Comitato Regionale Lombardia

26.05.2020

#stiamo in contatto

In questo momento di forzata inattività, oltre che di grande drammaticità per la Regione Lombardia, le Delegazioni del C.R.L. hanno ideato un ulteriore mezzo per rinsaldare i legami con i dirigenti di società sul territorio. Dopo le apripista Brescia e Bergamo, proseguono, infatti, le riunioni online organizzate dalle Delegazioni lombarde per sopperire all'attuale impossibilità di incontrare i rappresentanti dei club e allo stesso tempo fare il punto della situazione. “Con l'iniziativa #stiamoincontatto i Delegati ed i loro staff hanno voluto tenere vivi i rapporti con le affiliate – commenta il presidente del Comitato Regionale Giuseppe Baretti – e le riunioni cui ho preso parte fin qui hanno testimoniato l'apprezzamento da parte dei dirigenti che, come tutti noi, sentono la mancanza anche di questi contatti così come, ovviamente, dei campi di gioco. Le società hanno anche ben compreso che nell'attuale fase ancora non possiamo ipotizzare date certe per la ripresa dell'attività, che purtroppo saranno dettate più dall'emergenza che da autonome decisioni. Ma per tutti è chiarissimo che l'aspetto da privilegiare ora è quello sanitario. Colgo l'occasione, anzi, per ringraziare tutte le Delegazioni e le società che hanno indetto e partecipato a sottoscrizioni e donazioni per dare il proprio contributo alle strutture sanitarie impegnate nell'affrontare l'epidemia. Questo è il grande cuore dei Dilettanti – conclude Baretti – e al momento opportuno il Comitato e le istituzioni dovranno mettere a loro disposizione tutti gli strumenti e i mezzi per poter riprendere la propria funzione sociale a tutti i livelli”. Di seguito il calendario dei prossimi incontri, in cui verranno proseguite anche alcune iniziative promosse dalle Delegazioni, quali ad esempio il torneo Esports varato da Brescia (info: canale telegram @leonessaesports) e i corsi di formazione in svolgimento per Bergamo e Milano: Milano – venerdì 27 marzo ore 18 Cremona – venerdì 27 marzo ore 18.30 Brescia – sabato 28 marzo ore 11 Bergamo – mercoledì 1 aprile ore 20.30 Milano - venerdì 3 aprile ore 18 Mantova - venerdì 3 aprile ore 21 Brescia - sabato 4 aprile ore 11 Lodi – martedì 7 aprile ore 18 Bergamo - mercoledì 8 aprile ore 20.30 Cremona - giovedì 9 aprile ore 18 Milano - venerdì 10 aprile ore 18 Bergamo - mercoledì 15 aprile ore 20.30 Como - giovedì 16 aprile ore 18 Milano - venerdì 17 aprile ore 18 Brescia - sabato 18 aprile ore 11 Bergamo - mercoledì 22 aprile ore 20.30 Milano - venerdì 24 aprile ore 18 Brescia - sabato 25 aprile ore 11 Bergamo - mercoledì 29 aprile ore 20.30 Brescia - sabato 2 maggio ore 11 Bergamo - mercoledì 6 maggio ore 20.30 Lodi - venerdì 8 maggio ore 17.30 Milano - venerdì 8 maggio ore 18 Brescia - sabato 9 maggio ore 11 Bergamo - mercoledì 13 maggio ore 20.30 Milano - venerdì 15 maggio ore 18 Milano - venerdì 22 maggio ore 18 Bergamo - venerdì 22 maggio ore 20.30 Brescia - sabato 23 maggio ore 11 Monza - lunedì 25 maggio ore 21 Cremona - martedì 26 maggio ore 20.45 Mantova - giovedì 28 maggio ore 21 Le indicazioni per accedere gratuitamente alle riunioni online sono pubblicate nelle home page di ciascuna Delegazione provinciale.

26.05.2020

Incontri formativi SGS

#Confrontiamoci: conference call con le società del territorio Si pubblicano gli incontri programmatici svolti nella settimana compresa tra il 18/05 e il 22/05 dai responsabili tecnici dei CFT Lombardia (modalità on-line) per le scuole calcio élite, scuole calcio riconosciute e centri calcistici di base. Si ricorda che tali incontri sono inerenti alle tematiche del progetto di sviluppo territoriale, pertanto gli incontri saranno considerati validi, ai fini del percorso per l’assegnazione della qualifica élite e scuola calcio riconosciuta, solamente se svolti con almeno 5 rappresentanti per società. Alcune società hanno partecipato in relazione alle proprie esigenze a più incontri  e pertanto se presenti a più incontri con 5 rappresentanti saranno indicate. Le società partecipanti con almeno 5 rappresentanti sono di seguito riportate: Società Note   A.C. Casorate Primo     A.C. Castellana C.G. SSDRL     A.C. Monza SPA     A.C.D. Nuova Trezzano 2 incontri A.C.D. Sedriano 2 incontri A.P.D. Corona 2 incontri A.S. Villapizzone C.D.A.   A.S.D. Accademia Gera D'Adda     A.S.D. Accademia Isola Bergamasca     A.S.D. Aprile 81 2 incontri A.S.D. Arsaghese     A.S.D. Atletico C.V.S.     A.S.D. Calcio Menaggio 1920     A.S.D. Calvairate     A.S.D. Centro Schuster     A.S.D. Cesano Boscone Idrostar 2 incontri A.S.D. Lallio Calcio     A.S.D. Morazzone     A.C. Ghedi 1978     A.S.D. Solbiatese Calcio 1911 2 incontri A.S.D. Union Tre Valli 2 incontri A.S.D. Union Villa Cassano     A.S.D. Verolese 1911     A.S.D. Virtus Feralpi Lonato 2 incontri A.S.D. Voluntas Montichiari 2 incontri ASD.C. Base 96 Seveso     ASDPOL Pomponesco     C.S. Romano Banco 2 incontri Calcio San Giorgio A.S.D.     Cimiano Calcio S.S.D. ARL     CPC San Lazzaro     CSR.D. Azalee     F.C. Cinisello     F.C. Lumezzane VGZ ASD 2 incontri F.C.D. Enotria 1908 SSDARL     F.C.D. Real Crescenzago     FC SSD Sporting Franciacorta ARL 2 incontri Feralpisalò S.R.L. 2 incontri G.S. Montesolaro     G.S. Vedano     Ssdrl ACC. Como città bregnano     G.S.D. Afforese     Mantova 1911 SSD SRL     Pol. Buccinasco 2 incontri Pol.D. Baranzatese 1948 2 incontri Pol.D. Gorlago 1973     S.S. Ausonia 1931     S.S. Baggio Secondo 2 incontri SCSD Orsa Iseo     U.P. Gavirate Calcio 2 incontri U.S. Cacciatori delle Alpi     U.S. Cremonese S.P.A. 2 incontri U.S. Orione 2 incontri U.S. San Luigi     U.S. Seguro A.S.D.     U.S. Vighignolo 2 incontri U.S.D. Casalbuttano     U.S.D. Casatese     A.s.d. A.C.F. COMO     U.S.D. Castellanzese 1921     U.S.D. Spinese Oratorio       NB: SEGUIRANNO LE PUBBLICAZIONI DELLE SOCIETA’ PARTECIPANTI AGLI INCONTRI IN PROGRAMMA NEL PROSSIMO PERIODO IN DATA 1 GIUGNO. Le società potranno utilizzare la news al fine di poter dichiarare l’incontro/i formativi svolti. Si ringraziano le società per la collaborazione.

22.05.2020

Consiglio LND 22 maggio 2020

Il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti, tenutosi oggi in videoconferenza, ha messo a punto le proposte (votate all’unanimità), che saranno portate al vaglio del prossimo Consiglio Federale, in ordine ai meccanismi di conclusione dei campionati nazionali e regionali, per la necessaria ratifica. Per quanto riguarda la Serie D, la LND proporrà al massimo organismo federale la cristallizzazione delle classifiche al momento dell’interruzione del campionato, prevedendo in questo modo la promozione delle prime classificate di ciascun girone e la retrocessione delle ultime quattro squadre classificate di ogni raggruppamento. Quest’ultimo aspetto, peraltro, aderisce a quanto già indicato dal Consiglio Federale in relazione ai campionati professionistici. Tra le richieste, anche quella relativa ad una graduatoria di merito per gli eventuali ripescaggi laddove si verificasse una carenza di organico, sempre tenendo conto di privilegiare il valore primario del merito sportivo. Analogamente per quanto attiene le attività di calcio a 5 nazionali ed il campionato di Serie C di calcio femminile, il Consiglio Direttivo proporrà alla FIGC di applicare i medesimi criteri relativi al merito o al demerito sportivo. Per quanto concerne l’attività regionale il Consiglio Direttivo ha invece affidato al Presidente Sibilia e agli altri consiglieri federali in quota LND, il mandato di richiedere una delega in favore della stessa Lega Nazionale Dilettanti, affinché sulla base delle realtà territoriali si possano adottare i criteri relativi alla conclusione dei campionati. Sempre in ordine all’attività agonistica è stato deliberato, a malincuore, che per questa stagione sportiva non si darà corso ai campionati di Beach Soccer. “Abbiamo agito con la massima accortezza e nel rispetto delle linee indicate dal Consiglio Federale in ordine a promozioni e retrocessioni in Serie D - ha commentato il numero uno della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia - consapevoli che non fosse affatto semplice affrontare la situazione tenendo conto delle peculiarità verificatesi. Ritengo sia stato fatto un lavoro scrupoloso, confortato dall’unanimità del voto in Consiglio Direttivo e guidato dal principio del merito sportivo, al quale la LND si è sempre attenuta. Credo ci siano le condizioni, anche nell’ottica della sempre più auspicata riforma del sistema calcistico italiano, di poter successivamente andare a soddisfare le ambizioni di chi avrà i requisiti oggettivi per nutrirle. Ora attendiamo il pronunciamento del massimo organismo della FIGC sulle nostre proposte. Poi finalmente potremo cominciare a pensare alla nuova stagione, con l’augurio di ripartire più forti e decisi di prima”.  

20.05.2020

FIGC: stop definitivo ai campionati dilettanti

Nella riunione di oggi del Consiglio Direttivo della F.I.G.C. è stata dichiarata la definitiva conclusione dei campionati dilettantistici. Nel prossimo Consiglio della Lega Nazionale Dilettanti, in programma venerdì 22 maggio, verranno discusse le modalità di chiusura della stagione sportiva 2019/2020. Di seguito estratto dal comunicato della FIGC: Competizioni ufficiali professionistiche e dilettantistiche stagione sportiva 2019/2020 In ossequio al principio del merito sportivo quale caposaldo di ogni competizione agonistica, come previsto dal CIO e dal CONI, e in conformità alle disposizioni emanate dalla FIFA e dalla UEFA nelle scorse settimane, nonché a seguito della pubblicazione dell’art. 218 bis del cosiddetto ‘Decreto Rilancio’, la FIGC ha espresso la volontà di riavviare e completare le competizioni nazionali professionistiche fissando al 20 agosto la data ultima di chiusura delle competizioni di Serie A, B e C. Precedentemente al riavvio dell’attività agonistica sarà competenza del Consiglio Federale determinare i criteri di definizione delle competizioni laddove, in ragione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, le stesse dovessero essere nuovamente sospese, secondo i principi di seguito indicati: individuazione di un nuovo format (brevi fasi di playoff e playout al fine di individuare l’esito delle competizioni ivi incluse promozioni e retrocessioni; in caso di definitiva interruzione, definizione della classifica anche applicando oggettivi coefficienti correttivi che tangano conto della organizzazione in gironi e/o del diverso numero di gare disputate dai Club e che prevedano in ogni caso promozioni e retrocessioni. Infine, per effetto di quanto deliberato, la stagione sportiva 2020/2021 avrà inizio il prossimo 1 settembre. Per quanto concerne, invece, l’attività dilettantistica, ivi compresa quella femminile fino alla Serie B, valutate le condizioni generali e l’eccezionale situazione determinatasi a causa dell’emergenza Covid-19, il Consiglio ha deliberato di interrompere definitivamente tutte le competizioni, rinviando ad altra delibera i provvedimenti sugli esiti delle stesse competizioni. Resta fissato al 30 giugno il termine per la conclusione dell’attuale stagione sportiva. Per quanto riguarda la Serie A Femminile, è stato deciso di verificare nei prossimi giorni le condizioni di ripresa, in base all’applicabilità dei protocolli sanitari da parte dei Club e alla disponibilità di contributi da parte della FIGC.   “È una decisione adottata nel rispetto del superiore interesse della tutela della salute di tutti i soggetti che a vario titolo prendono parte alle nostre competizioni - ha dichiarato il Presidente della LND Cosimo Sibilia - la peculiarità del mondo dilettantistico rende estremamente complicato ipotizzare, pur volendolo immaginare, uno slittamento del termine della stagione oltre il 30 giugno, come stabilito invece per i professionisti la cui scadenza è stata prorogata al 31 agosto, per concludere le rispettive attività entro il 20 dello stesso mese”. Nel corso della riunione il Presidente della FIGC Gravina ha anche annunciato il riavvio del tavolo il tavolo dedicato alla riforma dei campionati, interrotto dall’emergenza da Covid-19, come più volte richiesto dalla stessa LND. Un tema, quello della revisione dei format, peraltro presente nel programma dell’attuale governance federale. Nella prossima riunione tutte le componenti porteranno le proprie proposte. “Le nostre saranno concrete e pensate in un’ottica di sistema” - ha aggiunto Sibilia.    

20.05.2020

Incontri di formazione SGS

Al termine delle prime due settimane del percorso di formazione on-line, denominato #CONFRONTIAMOCI, dedicato in particolare alle Scuole Calcio Élite, il SGS della Lombardia prosegue sulla stessa strada, chiedendo alle società interessate alla partecipazione e non ancora coinvolte di contattare l’indirizzo mail base.lombardiasgs@figc.it per essere inserite nella programmazione degli incontri delle prossime settimane. Gli incontri di formazione saranno condotti dai Responsabili tecnici dei centri federali territoriali e le tematiche trattate prevedono aspetti inerenti il progetto di sviluppo territoriale. Tale partecipazione, con almeno 5 soggetti fra tecnici e dirigenti, potrà essere utilizzata come uno degli incontri necessari al fine del riconoscimento della qualifica di Scuola Calcio, ovviamente per tutte le società che avevano richiesto tale qualifica ad inizio stagione e che risulteranno in possesso di tutti gli altri requisiti (C.U. n° 2 SGS Nazionale). Se le domande dovessero risultare particolarmente numerose, nell'ottica di aiutare le aspiranti Scuole Calcio, daremo loro priorità, successivamente contatteremo i Centri Calcistici di Base che ne avranno fatto richiesta. PROCEDURA  Le società interessate potranno scrivere una mail all'indirizzo base.lombardiasgs@figc.it entro e non oltre mercoledì 27 maggio, indicando il nome della società, il numero approssimativo di partecipanti e un referente (contatto telefonico ed indirizzo mail). Successivamente, prese in considerazione le richieste pervenute, le società saranno contattate dai Responsabili Tecnici C.F.T. del territorio di competenza in modo da definire i dettagli dell’incontro. Certi di una numerosa partecipazione, con l'occasione, inviamo distinti saluti. SGS LOMBARDIA  

20.05.2020

Decreto rilancio - società sportive

A seguito della conversione in legge del Decreto “Cura Italia” (D.L. 17 marzo 2020, n. 18), ed ora in base all’ulteriore intervento effettuato dal decreto “Rilancio” (D.L. 19 maggio 2020, n. 34), le società sportive potranno fruire della sospensione dei termini di versamento dell’IVA, delle ritenute operate sulle retribuzioni e dei contributi fino al 30 giugno prossimo, indipendentemente dal fatturato e quindi dalla registrazione di una riduzione dello stesso. Il D.L. 17 marzo 2020, n. 18, c.d. “Cura Italia”, sin dalla formulazione originaria, ha riservato alle società ed associazione sportive professionistiche un trattamento di maggior favore rispetto anche ai soggetti più danneggiati dalla diffusione dell’epidemia. I maggiori benefici hanno interessato, almeno inizialmente, la sospensione delle ritenute e dei contributi. Invece, la sospensione dei termini di versamento dell’IVA ha trovato applicazione come per gli altri soggetti. La sospensione dei termini di versamento, disciplinata inizialmente dal Decreto “Cura Italia”, ha previsto una disciplina ad hoc per i soggetti maggiormente danneggiati. L’art. 61, comma 2, del Decreto ha individuato i settori economici che hanno subito più degli altri, sotto il profilo economico, della diffusione del virus. Si tratta, ad esempio, delle agenzie di viaggio e turismo, del tour operator, delle strutture recettizie, delle guide turistiche, degli esercenti le attività di noleggio di mezzi di trasporto, etc. In tale ipotesi, l’art. 61 del Decreto in rassegna, nel testo in vigore anteriormente alla conversione in legge, disponeva che con riferimento ai predetti soggetti, i termini previsti per effettuare il versamento delle ritenute e dei contributi, fossero sospesi fino al 30 aprile 2020. In questo caso, anche dopo l‘approvazione del Decreto “Liquidità”, i termini di versamento delle ritenute e i contributi, sia pure limitatamente ai predetti soggetti, erano automaticamente sospesi senza alcuna ulteriore condizione. Nel caso specifico, non era necessario fornire la prova della contrazione del fatturato nel mese di marzo dell’anno 2020, rispetto al mese di marzo dello scorso anno, per fruire del rinvio delle ritenute e dei contributi con scadenza 16 aprile scorso. Il rinvio ha trovato applicazione automaticamente fino al 30 aprile scorso. Invece, ai fini IVA, la sospensione automatica ha interessato unicamente la scadenza del 16 marzo. Per la scadenza del 16 aprile e quella del 16 maggio, la sospensione dei termini è stata collegata alla contrazione del fatturato in misura almeno pari al 33 per cento rispetto allo scorso anno (cfr. Decreto “Liquidità”). Le società sportive professionistiche e dilettantistiche: le previsioni iniziali del Decreto “Cura Italia” L’art. 61, comma 5, della prima formulazione del Decreto “Cura Italia” ha previsto immediatamente un trattamento di maggior favore per i sodalizi sportivi. La disposizione citata così prevedeva: “Le federazioni sportive nazionali, gli enti di promozione sportiva, le associazioni e le società sportive, professionistiche e dilettantistiche, di cui al comma 2, lettera a), applicano la sospensione di cui al medesimo comma fino al 31 maggio 2020. I versamenti sospesi ai sensi del periodo precedente sono effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 30 giugno 2020 o mediante rateizzazione fino ad un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di giugno 2020. Non si fa luogo al rimborso di quanto già versato”. Anche in questo caso, la sospensione opera automaticamente. Non è necessario quindi verificare, come successivamente previsto dal Decreto “Liquidità”, la riduzione del fatturato nella misura almeno pari al 33 per cento. Invece, ai fini IVA, il Decreto non ha previsto alcun ulteriore differimento. La sospensione dei termini di versamento ha interessato unicamente la scadenza del 16 marzo. In sintesi, la sospensione per le società sportive, prevista inizialmente dal Decreto “Cura Italia”, operava nel seguente modo: ritenute operate nel mese di febbraio sulle retribuzioni corrisposte ai dipendenti ed effettuate sui redditi assimilati nello stesso mese, e relativi contributi previdenziali e assistenziali, con scadenza 16 marzo 2020: sospensione automatica con obbligo di versamento entro il 30 giugno o in cinque rate; imposta sul valore aggiunto relativa al periodo di liquidazione di febbraio e IVA annuale relativa al periodo di imposta 2020, con scadenza 16 marzo 2020: sospensione con obbligo di versamento entro il 30 giugno 2020 o in cinque rate; ritenute operate nel mese di marzo sulle retribuzioni corrisposte ai dipendenti ed effettuate sui redditi assimilati nello stesso mese, e relativi contributi previdenziali e assistenziali, con scadenza 16 aprile 2020: sospensione con obbligo di versamento entro il 30 giugno o in cinque rate. Con riferimento all’IVA avente scadenza il 16 aprile e relativa al mese di marzo non è stata prevista inizialmente alcuna sospensione dei termini di versamento. Il Decreto “Liquidità” Per quanto riguarda la sospensione dell’IVA, le cui scadenze sono previste nei mesi di aprile (già spirata) e maggio dell’anno 2020, le associazioni sportive dilettantistiche avrebbero dovuto tenere presenti i nuovi criteri dettati dall’art. 18 del D.L. n. 23/2020. Il tema riguardante l’individuazione dei criteri di “sospensione” da adottare con riferimento alle associazioni che esercitano sia attività istituzionali, ma anche attività commerciali, è stato affrontato dall’Agenzia delle Entrate con la Circ. n. 9/E del 13 aprile 2020. Il documento di prassi ha rilevato come l’art. 18, comma 5 prevede la sospensione per gli enti non commerciali a condizione che i medesimi enti non svolgano un’attività commerciale. Tuttavia, la stessa Agenzia delle Entrate ha affermato che tale disposizione è comunque applicabile anche se l’ente in questione svolge un’attività commerciale non prevalente o non esclusiva. In tal caso, per fruire della sospensione dell’IVA, sarà necessario dimostrare che il fatturato relativo ai mesi di marzo e aprile dell’anno 2020, sarà diminuito di almeno il 33 per cento dei corrispondenti periodi dell’anno 2019. In realtà l’Agenzia delle Entrate ha fornito la soluzione affrontando, più in generale, l’ipotesi di sospensione riguardante gli enti non commerciali diversi dalle associazioni sportive dilettantistiche. Le associazioni sportive possono al limite esercitare anche prevalentemente l’attività commerciale, senza perdere la qualifica. La previsione è contenuta nell’art. 149 del TUIR. In molti casi, almeno in passato, la prevalenza dell’attività commerciale traeva origine dai proventi conseguenti alle sponsorizzazioni. Tuttavia, pur non potendo applicare l’art. 18, comma 5 del D.L. n. 23/2020 a causa dell’esercizio dell’attività commerciale, le associazioni sportive possono comunque beneficiare della sospensione delle ritenute e dei contributi, come in precedenza ricordato. Tale sospensione consegue automaticamente dalla riconducibilità dei sodalizi sportivi dilettantistici, nel novero applicativo dell’art. 8 del D.L. n. 9/2020. In tal caso, come previsto dall’art. 61, comma 5, del Decreto “Cura Italia” la sospensione dei termini di versamento delle ritenute e dei contributi trova applicazione automaticamente senza alcun ulteriore presupposto. Invece, con riferimento, all’attività commerciale esercitata, sarà necessario dimostrare la riduzione del fatturato di almeno il 33 per cento rispetto ai mesi di marzo e aprile del precedente periodo di imposta 2019. In tale ipotesi, avendo la norma ad oggetto la sospensione dell’IVA relativa alle scadenze del 16 aprile e del 16 maggio 2020, il termine ultimo per effettuare il tributo sospeso è il 30 giugno prossimo. Tale scadenza coincide, quindi, con quella prevista per le ritenute e per i contributi. Tuttavia, anche a seguito delle modifiche introdotte in sede di conversione in legge del Decreto “Cura Italia” le associazioni sportive possono fruire anche della sospensione automatica dell’IVA. La conversione in legge del Decreto “Cura Italia” e il Decreto “Rilancio” L’art. 61, comma 5, nella formulazione del testo convertito in legge prevede che le associazioni sportive dilettantistiche di cui al comma 2, lett. b), applicano la sospensione di cui al comma 1 fino al 31 maggio 2020 (ora, dopo l’approvazione del decreto “Rilancio”, 30 giugno 2020).. Il citato comma 1 fa riferimento, alle lett. a) e b) alla sospensione dei termini di versamento delle ritenute e dei contributi. Invece la successiva lett. c) fa riferimento alla sospensione dell’IVA in scadenza nel mese di marzo. Il riferimento a tale scadenza riguarda la generalità dei soggetti. Invece, il successivo comma 5 prevede una sospensione ad hoc per i soggetti sportivi fino al 31 maggio, termine ulteriormente differito al 30 giugno prossimo. Ne consegue che, in tal caso, la sospensione è automatica non solo per le ritenute e i contributi, ma anche per l’imposta sul valore aggiunto. Pertanto, fino al 31 maggio prossimo le associazioni sportive, per fruire dei predetti benefici, non avranno alcuna necessità di dimostrare la riduzione del fatturato. È possibile individuare più di un’argomentazione favorevole alla soluzione prospettata. In primis, l’art. 61, comma 5, come modificato dal decreto "Rilancio”, cita l’art. 61, comma 1, senza alcuna distinzione sui contenuti delle lett. a), b) e c). Tale circostanza vuole significare che anche per l’IVA, e non solo per le ritenute e i contribuiti, è possibile fruire automaticamente della sospensione fino al 30 giugno prossimo. Inoltre, la necessità di sospendere l’IVA senza la verifica preventiva della riduzione del fatturato può essere ben spiegata con la “chiusura” pressoché totale delle attività sportive. Anche in questo caso il decreto “Rilancio” ha previsto, come per ogni altra attività, che gli importi sospesi dovranno essere versati in un’unica soluzione entro il 16 settembre prossimo, oppure mediante rateazione, fino ad un massimo di quattro rate, con scadenza il 16 di ogni mese. Riferimenti normativi: D.L. 17 marzo 2020, n. 18, art. 61; D.L. 8 aprile 2020, n. 23, art. 18; Agenzia delle Entrate, circolare 13 aprile 2020, n. 9/E; D.L. 19 maggio 2020, n. 34, art. 127.  

18.05.2020

Incontri programmatici online SGS

#Confrontiamoci: conference call con le società del territorio Di seguito si pubblicano gli incontri programmatici svolti nella settimana compresa tra l' 11/05 e il 15/05 dai responsabili tecnici dei CFT Lombardia (modalità on-line), per le scuole calcio élite, scuole calcio riconosciute e centri calcistici di base. Si ricorda che tali incontri sono inerenti alle tematiche del progetto di sviluppo territoriale, pertanto gli incontri saranno considerati validi, ai fini del percorso per l’assegnazione della qualifica élite e scuola calcio riconosciuta, solamente se svolti con almeno 5 rappresentanti per società. Alcune società hanno partecipato in relazione alle proprie esigenze a più incontri pertanto se presenti a più incontri con 5 rappresentanti saranno indicate. Le società partecipanti con almeno 5 rappresentanti sono di seguito riportate: Società Note: U.C. Albinoleffe S.R.L. Atalanta B.C. S.P.A. A.S.D. Atletico C.V.S. U.S. Bosto C.G. Cabiate A.S.D. U.S.D. Calcio Bosto A.S.D. Cantù Sanpaolo ASD.C. Carugate A.C. Castellana C.G. SSDRL 2 incontri ASDGSO Castello Città Di Cantù A.S.D. Centro Schuster F.C. Cinisello A.S.D. R.C. Codogno 1908 S.D.C. Colicoderviese A.C. Crema 1908 S.S.D.AR.L. U.S. Cremonese S.P.A. 2 incontri SSDRL Eracle Sport FC Feralpisalò S.R.L. 2 incontri U.S. Oratorio Figino Calcio Acd Ghedi 1978 2 incontri Mantova 1911 SSD SRL A.S.D. Esperia Lomazzo Calcio F.C. Lumezzane VGZ ASD S.S.D. Mapello A R.L. SCSD Orsa Iseo 2 incontri ASDPOL Pomponesco A.S.D. Pozzuolo Calcio F.C.D. Real Crescenzago CPC San Lazzaro A.S. Sancolombano FC SSD Sporting Franciacorta ARL 2 incontri A.S.D. Valbasca Lipomo A.S.D. Verolese 1911 A.S.D. Virtus Feralpi Lonato 2 incontri A.S.D. Voluntas Montichiari 2 incontri     NB: SEGUIRANNO LE PUBBLICAZIONI DELLE SOCIETA’ PARTECIPANTI AGLI INCONTRI IN PROGRAMMA NEL PROSSIMO PERIODO IN DATA 25 MAGGIO. Le società potranno utilizzare la news al fine di poter dichiarare l’incontro/i formativi svolti. Si ringraziano le società per la collaborazione.

14.05.2020

Misure a sostegno delle imprese dello sport - Regione Lombardia

SAFE WORKING – IO RIAPRO SICURO - Misure a sostegno delle imprese dello Sport Gentili Presidenti, con delibera di Giunta XI/3124 del 12.05.2020 è stato approvato l’incremento della dotazione finanziaria della misura “SAFE WORKING – IO RIAPRO SICURO” dedicato alle imprese del settore dello sport e che ammonta a € 500.000,00 di risorse regionali. I soggetti destinatari di questa misura sono le micro e piccole imprese aventi almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia e operanti nei settori dello sport. Saranno ammissibili le spese sostenute a far data dal DPCM del 22 marzo 2020 riferite a: - macchinari per la sanificazione e disinfezione degli ambienti aziendali; - strumenti di aerazione; - strumenti di igienizzazione per i clienti/utenti; - interventi strutturali o temporanei nonché arredi necessari a garantire il rispetto delle misure di distanziamento sociale; - acquisto di prestazioni e/o strumenti relativi al monitoraggio e controllo dell’affollamento dei locali; - acquisto di dispositivi di protezione individuale; - acquisto di strumenti per la misurazione della temperatura corporea a distanza; - sanificazione e disinfezione degli ambienti aziendali; - strumenti di comunicazione (segnaletica); - interventi formativi sulle prescrizioni e sui protocolli da adottare nell’esercizio dell’attività. Il bando per richiedere i contributi con indicazione della data di apertura dello sportello per la presentazione delle domande verrà pubblicato entro il 20 maggio. Per tutte le info: https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioRedazionale/servizi-e-informazioni/Imprese/imprese-manifatturiere-artigiane-e-di-servizi/ripartiamosicuri-pacchetto-imprese/ripartiamosicuri-pacchetto-imprese Per questo  informiamo tutti voi  pregandovi la divulgazione di questo piccolo ulteriore sostegno economico alle ASD e  agli operatori dello Sport della Lombardia a voi collegati. Grazie e buon lavoro. Oreste Perri Presidente CR CONI Lombardia

12.05.2020

Incontri programmatici online SGS

#Confrontiamoci: conference call con le società del territorio In allegato si pubblicano gli incontri programmatici svolti fino ad oggi dai responsabili tecnici dei CFT Lombardia (modalità on-line), per le scuole calcio élite, scuole calcio riconosciute e centri calcistici di base. Si ricorda che tali incontri sono inerenti alle tematiche del progetto di sviluppo territoriale, pertanto gli incontri saranno considerati validi ai fini del percorso per l’assegnazione della qualifica élite e scuola calcio riconosciuta solamente se svolti con almeno 5 rappresentanti per società. Le società partecipanti con almeno 5 rappresentanti sono di seguito riportate: A.C. LEON SSD ARL U.S ALDINI SSD ARL ACD BOVISIO MASCIAGO C.G. CABIATE ASD ASD CALCIO RENATE GIOVANI CALCIO SAN GIORGIO ASD ASD CAMPAGNOLA DON BOSCO ASD C. CARUGATE USD CASATESE SSDARL CEDRATESE CALCIO 1985 CIMIANO CALCIO SSD ARL SSD CITTA’ DI VIGEVANO SRL SDC COLICODERVIESE US CREMONESE SPA GSD DON BOSCO (Cesano Maderno) FCD ENOTRIA 1908 SSDARL FERALPISALO SRL GSD FONAS SGM FORZA E CORAGGIO ACD FROG MILANO GS VEDANO FC INTERNAZIONALE MILANO SPA ASD SC JUVENILIA CS LOCATE FC LUMEZZANE VGZ ASD AC MILAN SPA ASCD TORINO CLUB MARCO PAROLO AC MONZA SPA SCSD ORSA ISEO POLISPOSRTIVA CGB SSDRL FCD REAL CRESCENZAGO AC RENATE SRL FCD RHODENSE ROZZANO CALCIO SRL SSD ASD SPORTING CESATE SSDARL VARESINA SPORT C.V. GS VILLA ASD VIRTUS FERALPI LONATO     NB: SEGUIRANNO LE PUBBLICAZIONI DELLE SOCIETA’ PARTECIPANTI AGLI INCONTRI IN PROGRAMMA NEL PROSSIMO PERIODO, IN DATA 18 MAGGIO. Le società potranno utilizzare la news al fine di poter dichiarare l’incontro formativo svolto. Si ringraziano le società per la collaborazione.  

29.04.2020

Consiglio Direttivo CRL

Dopo il Consiglio di Presidenza della scorsa settimana, si è riunito nella serata di ieri, rigorosamente in videoconferenza,  anche il Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Lombardia. Il Presidente del CRL Giuseppe Baretti ha ripercorso i recenti accadimenti ricordando che il Comitato Regionale Lombardia ha per primo decretato la sospensione di tutti i campionati e le competizioni regionali adeguandosi ai provvedimenti statali e regionali che si sono susseguiti nel tempo e che le società affiliate al CRL hanno pertanto disputato l'ultima giornata di campionato lo scorso 16 febbraio. I componenti del Consiglio Direttivo del Comitato hanno dichiarato di aver mantenuto stretti i contatti con le associate in questi due mesi di inattività, anche attraverso mirate e numerose conference call nonché grazie al sondaggio fra le società relativo alle ipotesi di chiusura della stagione. In particolare, il C.D. ha preso atto che in risposta a tale sondaggio le società della Lombardia si sono espresse per la definitiva conclusione di tutti i campionati, con percentuali variabili fra il 90% e il 95% da provincia a provincia a favore dello stop definitivo, manifestando, nel sondaggio così come nel corso delle call e nelle comunicazioni scritte e verbali pervenute incessantemente a tutti i componenti del Direttivo regionale, l'impossibilità di tornare in campo per la stagione sportiva 2019/2020. Condividendo in toto le motivazioni delle società, in riferimento anche alle difficoltà che un'eventuale ripresa comporterebbe per tutte le squadre, ferme al palo da oltre due mesi con una sosta rivelatasi addirittura più lunga dell'abituale pausa estiva, e alle prese con gravissime e comprensibilissime difficoltà umane legate a perdita di propri componenti, malattia, quarantena, isolamento di tesserati, nonché considerando le difficoltà di reperimento di fondi per proseguire l'attività nell’incerto futuro immediato, il CRL ha inoltrato alla LND-FIGC formale richiesta di chiusura anticipata della stagione sportiva 2019/2020 in vista del prossimo Consiglio Federale, in programma l’8 maggio 2020. Al contempo, il Consiglio regionale ha elaborato un proprio piano di emergenza per sostenere le affiliate non appena sarà possibile, in base all’evolversi della situazione sanitaria, la ripresa dell’attività sportiva. Tale piano di sostenibilità economica, sintesi anche delle richieste pervenute dalle società, è stato inoltrato alla Lega Nazionale Dilettanti che, a sua volta e in precedenza, aveva inviato la propria relazione economica alla FIGC, oltre che le proprie istanze alle autorità statali, per ottenere misure di sostegno all’attività dilettantistica. Ovviamente, l’entità precisa degli interventi possibili per il CRL in favore delle proprie associate sarà legata a quanto verrà reso disponibile da LND, FIGC e Istituzioni. In ogni caso, il Comitato lombardo si adopererà per agevolare nella misura massima possibile i propri club al momento della ripresa, rimanendo al fianco delle società anche in questo difficilissimo frangente con un sostegno concreto affinchè possano ripresentarsi al via per far ritrovare a tutti i tesserati la propria passione sportiva, la propria socialità e il tanto amato calcio. Nel frattempo, il Consiglio ha deliberato anche, in considerazione dell’obbligatorietà prevista per tutti i club di disporre dal 1 luglio 2020 di una casella di posta elettronica certificata, di mettere a disposizione senza oneri delle affiliate che ne avessero necessità le caselle PEC semplicemente comunicando i propri dati attraverso il seguente link:   https://form.questionscout.com/5ea1778d21b5795f0a8f69da A QUESTO link IL MODULO PER RICHIEDERE LA CASELLA PEC

29.04.2020

Convegni Scuola dello Sport CONI 5-7-12-14 maggio 2020

Si informa che i Seminari proposti hanno raggiunto in meno di due ore il numero massimo di iscritti. Verranno pertanto riproposti nelle seguenti nuove date; di seguito i link per accedere alle iscrizioni e in allegato le locandine martedì 12 maggio - FISCO e SPORT - Il punto sulla situazione finanziaria delle ASD-SSD ai tempi del coronavirus http://lombardia.coni.it/lombardia/scuola-regionale/corsi/corso/3223-FISCO_e_SPORT_-_Il_punto_sulla_situazione_finanziaria_delle_ASD-SSD_ai_tempi_del_coronavirus.html giovedì 14 maggio - Le principali questioni legali per i sodalizi sportivi dilettantistici al tempo del coronavirus http://lombardia.coni.it/lombardia/scuola-regionale/corsi/corso/3222-Le_principali_questioni_legali_per_i_sodalizi_sportivi_dilettantistici_al_tempo_del_coronavirus.html SRdS Lombardia   Si pubblica comunicazione pervenuta dalla Scuola dello Sport - CONI Lombardia relativa a due convegni in materia fiscale e legale d'interesse delle associazioni sportive dilettantistiche che si terranno in videoconferenza il 5 e 7 maggio 2020.   Con richiesta di diffusione alle Vs Associazioni Sportive Dilettantistiche  Per far fronte alle esigenze del sistema sportivo, recependo anche le indicazioni della SdS, la SRdS Lombardia ha rimodulato i suoi tradizionali momenti formativi in modalità e-learning. Non potendoci avvalere della didattica in aula, abbiamo cercato di sfruttare al meglio le possibilità offerte dalle attuali tecnologie proponendo la formazione a distanza e cercando di trarre il massimo profitto da queste nuove modalità di comunicazione. Con il supporto dell’applicazione Microsoft TEAMS EDUCATION, utilizzata da molte agenzie formative italiane a cominciare dagli Istituti scolastici e dalle Università e del tutto gratuita oltre che di estrema semplicità per i partecipanti, ci collegheremo dalle rispettive abitazioni per assistere all'esposizione da parte del docente. Segnaliamo che le prime iniziative in programma sono due seminari che si svolgeranno  martedì 5 maggio - FISCO e SPORT - Il punto sulla situazione finanziaria delle ASD-SSD ai tempi del coronavirus   http://lombardia.coni.it/lombardia/scuola-regionale/corsi/corso/3221-FISCO_e_SPORT_-_Il_punto_sulla_situazione_finanziaria_delle_ASD-SSD_ai_tempi_del_coronavirus.htmle  e giovedì 7 maggio -  Le principali questioni legali per i sodalizi sportivi dilettantistici al tempo del coronavirus http://lombardia.coni.it/lombardia/scuola-regionale/corsi/corso/3215-Le_principali_questioni_legali_per_i_sodalizi_sportivi_dilettantistici_al_tempo_del_coronavirus.html  In allegato le locandina dei Seminari.L’iscrizione è gratuita ai link sopra indicati, previa registrazione Corsi Area riservata - Sport e Salute lombardia.coni.it Cordiali saluti Segreteria SRdS Lombardia

22.04.2020

Riunione Area Nord LND

Si è riunita quest'oggi in videoconferenza l'Area Nord della L.N.D. ed il presidente del Comitato Regionale Lombardia Giuseppe Baretti vi ha preso parte unitamente a tutti i Presidenti dei Comitati del Nord Italia, così duramente colpito dall'emergenza Covid 19. Alla riunione ha partecipato anche il presidente nazionale della Lega Dilettanti Cosimo Sibilia, cui i presidenti regionali hanno espresso tutte le considerazioni sul grave momento vissuto. “Forte del sondaggio, dall'esito plebiscitario, condotto fra le società lombarde che si sono chiaramente espresse per la chiusura definitiva dell'attività di questa stagione, nonché del confronto mantenuto costantemente stretto dal consiglio direttivo regionale con i club percependone con chiarezza tutte le difficoltà – ha detto il presidente Baretti – ho dichiarato, a nome della Lombardia, l'impossibilità di ipotizzare la ripresa dei nostri campionati. Ho trovato in questo conforto anche da tutti i colleghi dell'Area Nord, che hanno condiviso le medesime problematiche rilevando che non ci sono le condizioni per la ripresa”. Al presidente nazionale sono state dunque riportate proposte concrete, in riferimento all'aspetto agonistico e anche economico, per il futuro delle società, a tutela delle esigenze delle stesse in ordine ai provvedimenti necessari per riprendere l'attività ed anche relativamente all'opportunità di avere a disposizione quanto prima elementi certi per ipotizzare un'adeguata programmazione. Dal canto suo, il presidente Sibilia ha illustrato il suo impegno sui tavoli istituzionali, sia federali che governativi, per ottenere la massima tutela e il massimo sostegno alle società dilettantistiche e trovare soluzioni idonee presso la Figc e le autorità istituzionali. 

15.04.2020

ESPORT LND: prima tappa a un giocatore lombardo

La pandemia di covid19 non ha risparmiato la Santa Pasqua, costringendo milioni di persone in casa anche in giornate tradizionalmente dedicate, oltre al raccoglimento, alle consuete gite fuori porta, alle scampagnate e ai ‘picnic’ seguiti dalle immancabili partite di calcio organizzate su un prato, una pineta o su di una spiaggia. Con l’emergenza in atto invece molti appassionati di calcio hanno avuto la possibilità di viverlo in modo virtuale, grazie ai tornei eSport #IOGIOCOACASA, organizzati dalla Lega Nazionale Dilettanti per restare al fianco dei tanti ragazzi e ragazze anche in questo momento. Si sono infatti registrati moltissimi nuovi fan che, durante il weekend pasquale, si sono iscritti sul portale ufficiale esport.lnd.it per partecipare alle tante sfide in programma. Se è quindi vero che il coronavirus non ha lasciato scampo a nessuna manifestazione negando in buona parte diverse forme integrazione in compagnia, è anche vero che gli eSport hanno parzialmente colmato questo vulnus grazie all’intrattenimento videoludico che permette di divertire superando la componente fisica, elemento chiave che ha permesso il loro successo anche in questo periodo di quarantena. Tra le giornate di domenica e lunedì sono stati 77 i partecipanti che si sono sfidati a colpi di joypad sulla piattaforma della LND. Due tornei domenica ed uno lunedì. Il primo vincitore del mini campionato a 12 squadre è stato giaco95, nickname del lombardo Giacomo Colombo, impostosi in finale per 1-0 contro WhiteDemon_ Al terzo posto Casapusterlei. Nel secondo campionato di giornata con ben 21 partecipanti, successo finale per MatSad18 (Mattia Saddi) che ha superato Tommy4_94 con un perentorio 5-0. Sul podio anche Marcimasca77, terzo classificato. Altra finale spettacolare al termine del torneo di lunedì nel quale sono stati 44 i partecipanti totali. Vittoria rotonda per 5-1 di Marcocossu0110 (Marco Cossu) nei confronti di SimoMN06. Al terzo posto si qualifica invece ReFacebbok97. “Non sapevo che la LND stesse organizzando questo genere di tornei durante il lockdown. L’ho scoperto – ci racconta Marco Cossu - grazie ad un post su Facebook e ho deciso di provare per confrontarmi con altri player, giusto per vedere il mio livello di preparazione e di conoscenza sulla consolle. Ho riscontrato un’ottima organizzazione. Il tutto si svolge su discord dove vengono mandati i link dei vari tornei, la piattaforma che si utilizza è battlefly, perfetta in quanto si aggiorna velocemente e ti consente di vedere la panoramica dell'intero torneo. Il torneo viene gestito da due ragazzi che controllano le tempistiche e le regole del torneo in presa diretta. Che dire, esperienza buonissima, consiglio vivamente di provarla”. Stesso entusiasmo per Mattia Saddi: “Ho visto domenica scorsa, su Facebook, che la LND eSport stava organizzando tornei su FIFA per passare il tempo durante la quarantena e mi sono subito iscritto per il giorno dopo. Ho conquistato la finale vincendola poi per 5-0. Anche se il risultato potrebbe far intendere il contrario, la finale è stata una partita molto combattuta e sono riuscito a prendere il largo solo nella seconda parte del secondo tempo. Ovviamente – aggiunge Mattia - la cosa più importante non era la vittoria finale ma il divertimento e credo che LND, organizzando questi tornei, abbia avuto una bellissima idea non solo per far passare qualche ora piacevolmente in questo periodo monotono, ma anche per permettere ai ragazzi di socializzare tra di loro”. Chiude Giacomo Colombo, primo winner del weekend pasquale: “È stato divertente, un modo diverso per ritrovare un po’ dell’adrenalina della competizione non potendola sfogare sui campi da Futsal”. Gli eSports riescono a coniugare tecnologia, spettacolo, competizione e condivisione anche durante questa pagina di storia nella quale ci viene richiesto di essere parte attiva nel contrasto al Coronavirus restando a casa. Una partita che stiamo vincendo proprio grazie all’osservanza delle disposizioni governative. La Lega Nazionale Dilettanti continua quindi a svolgere la propria funzionale sociale anche attraverso i suoi eSportS in linea con quanto sostenuto anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità: “se fino a poco tempo fa i videogiochi venivano considerati in modo negativo, adesso viene sottolineato il potere terapeutico degli stessi durante la quarantena e la possibilità di praticare distanziamento sociale”. Secondo Ray Chambers, ambasciatore per la strategia globale presso l’OMS, “il canale dei videogiochi ha  inoltre un pubblico globale e può raggiungere milioni di persone con messaggi importanti che aiutino a prevenire la diffusione del virus. Una maggiore distanza fisica inoltre, aiuta a salvare vite.”

11.04.2020

Pasqua 2020

Messaggio augurale del Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Il tradizionale appuntamento con gli auguri per la Santa Pasqua, quest’anno è ancora più denso di significati. Una ricorrenza nella quale eravamo abituati a tirare il fiato prima del rush finale dei nostri campionati, o a celebrare i nostri giovani al Torneo delle Regioni, oppure ad accarezzare il sogno di alzare al cielo un trofeo, a coronamento degli sforzi di un’intera stagione. Ma era anche un momento per ritrovarci con i nostri cari e per condividere un messaggio di speranza. Un messaggio che oggi vorrei arrivasse ancora più forte a tutte le società, ai loro dirigenti, ai calciatori e alle calciatrici, ai tecnici, agli arbitri e ai volontari di quello straordinario mondo quale è la Lega Nazionale Dilettanti. Donne e uomini che, come tutti gli italiani, si trovano a lottare contro un nemico subdolo e invisibile, micidiale come un cecchino. Un nemico, il virus, che ha stravolto la nostra quotidianità, che ha limitato la nostra libertà e che ci ha posto nell’incertezza, con gravi interrogativi sul nostro futuro. Tra le tante privazioni, anche quella di dover rinunciare al nostro amato calcio. Che per noi Dilettanti, lo rivendico con orgoglio, non rappresenta un semplice svago. Piuttosto è un argine alla solitudine, un baluardo a difesa dei valori più autentici dello sport e un meraviglioso strumento di coesione sociale. Ora siamo fermi, ma quando si è fermi ci si può concentrare meglio e pensare, con calma e razionalità. È ciò che dobbiamo fare, tutti insieme uniti, immaginando il modo migliore per ripartire quando l’emergenza sarà cessata. Per ritrovare lo slancio serviranno unità d’intenti e la rinuncia ad ogni personalismo. La LND sarà al fianco delle Società, cercando insieme alle istituzioni civili e sportive le migliori soluzioni a sostegno del calcio dilettantistico. Torneremo a giocare ed ad abbracciarci per un gol, ad esultare per una vittoria o a consolarci per una sconfitta. Ma sempre con la certezza di aver fatto tutto il possibile, nel rispetto delle regole e degli avversari, guidati dalla nostra inesauribile passione. Anche per questo vorrei che la Pasqua fosse per tutti davvero un passaggio - nel suo significato più autentico - verso un orizzonte di speranza e di rinascita. È questo il sentito augurio - insieme al Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti - che rivolgo a tutti voi. Cosimo Sibilia Messaggio augurale del Presidente del Comitato Regionale Lombardia Mi inorgoglisce quando la Lombardia viene indicata come la prima regione d'Italia.  Mi inorgogliscono i numeri e l'attività svolta dalle quasi 1.500 società lombarde che praticano il calcio dilettantistico e giovanile. Mi rende costernato, invece, quell'amaro primato che la Lombardia ha purtroppo registrato nella terrificante classifica dei contagi dell'epidemia coronavirus che ha caratterizzato quest'inizio del 2020. È proprio la nostra Regione, infatti, ovvero la più popolosa della Penisola, a pagare il maggior dazio in termini di vittime e contagiati sin dalle prime ore d'inizio dell'emergenza. Una Regione industriale e industriosa, pesantemente colpita in tutti i suoi, anche eccellenti, settori. Non ne è andato esente, ovviamente, il nostro amato sport, da subito bloccatosi già dallo scorso 23 febbraio con un susseguirsi di provvedimenti, anche controversi e talora contraddittori fra loro, che di fatto hanno portato alla chiusura di tutte le attività, con estensione dai campionati sino agli allenamenti. Uno stop doveroso, che il C.R.L. ha immediatamente osservato, per tutelare la salute di atleti e non, e che si protrarrà sino a quando non sarà possibile ritrovare almeno una parvenza di normalità. Ma non è ancora il tempo di pensare al ritorno in campo e ai campionati, quanto piuttosto di stringerci simbolicamente intorno a quelle famiglie e a quelle società che hanno perso in questa battaglia propri componenti. Vorrei infatti cogliere l'occasione di queste righe per esprimere la vicinanza mia e del Comitato ai nostri concittadini lombardi per le gravi perdite umane che l'epidemia ha causato nella nostra Regione. Il pensiero corre, in particolare, ai purtroppo numerosi dirigenti e collaboratori delle società affiliate che non ce l'hanno fatta, lasciando nel dolore tutti i propri cari e non ultimi gli sportivi con i quali hanno condiviso negli anni percorsi di vita e di club. Alle società d'appartenenza rivolgo il cordoglio da parte dei componenti del C.R.L., garantendo loro che faremo tutto quanto è nelle nostre possibilità per dimostrare anche concretamente il nostro sostegno. E non appena ne avremo la possibilità ci faremo trovare pronti per ripartire tutti assieme, anche in memoria di chi ci ha purtroppo lasciato. Che sia una Pasqua di vera Resurrezione per tutti noi. Giuseppe Baretti

17.03.2020

Il cordoglio del CRL

In allegato si pubblica sintesi delle principali misure del decreto "covid ter" del 16 marzo 2020, al cui interno sono previste anche disposizioni d'interesse per le associazioni sportive. “Al di là dei provvedimenti normativi che si sono susseguiti nell'ultimo periodo e di cui abbiamo dato sempre tempestiva pubblicazione per cercare di fornire risposte a tutte le società in questo difficile momento – dichiara il presidente del C.R.L. Giuseppe Baretti -, vorrei ora esprimere la vicinanza mia e di tutti i componenti del Comitato ai nostri concittadini lombardi per le gravi perdite umane che l'epidemia coronavirus ha causato nella nostra Regione. Il pensiero corre, in particolare, ai purtroppo numerosi dirigenti e collaboratori delle società affiliate che non ce l'hanno fatta lasciando nel dolore le proprie famiglie, i propri cari e non ultimi tutti gli sportivi con i quali hanno condiviso negli anni percorsi di vita e di club. Alle società d'appartenenza rivolgo il cordoglio di tutti noi, garantendo loro che faremo tutto quanto è nelle nostre possibilità per dimostrare anche concretamente il nostro sostegno. Non è ancora il tempo di pensare al campo e ai campionati, ma non appena potremo pensare al ritorno ad una parvenza di normalità ci faremo trovare pronti per ripartire tutti assieme, anche in memoria di chi ci ha lasciato”. Si ricorda che l'attività è interamente sospesa sino al 3 aprile 2020 e che ogni ulteriore decisione in merito verrà pubblicata sul sito internet del CRL lombardia.lnd.it e attraverso il canale Telegram del Comitato @lndlombardia.

09.03.2020

Comunicazione LND - sospensione attività

Il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti riunitosi in sessione straordinaria quest’oggi a Roma in video conferenza, nel rispetto delle prescrizioni inserite nel dpcm sull'emergenza Covid19, ha adottato il provvedimento di sospendere tutte le attività fino al prossimo 3 aprile. “Come Consiglio Direttivo della LND abbiamo ritenuto che non bastasse fermarsi alle prescrizioni contenute nel D.P.C.M. approvato l’8 marzo ma che bisognasse adottare una decisione coerente con il momento che il Paese sta vivendo” – ha dichiarato il numero uno della LND Cosimo Sibilia. “La tutela della salute di tutti coloro che sono impegnati nelle nostre attività, infatti, – ha tenuto a precisare Sibilia – doveva e deve restare l’obiettivo primario da raggiungere, ma anche il punto di partenza per considerare quale impatto poteva e può avere l’organizzazione delle tante gare che ogni settimana caratterizzano la nostra attività. E’ un contributo necessario che il mondo del calcio dilettantistico italiano deve dare per superare il momento di difficoltà che sta attraversando la nostra nazione”.   Per garantire la salute di tutti coloro che operano quotidianamente al servizio del mondo dilettantistico, il Consiglio Direttivo ha inoltre disposto la riduzione delle attività presso le sedi, garantendo lo svolgimento delle attività indispensabili. Contemporaneamente la salute degli stessi sarà garantita da appositi piani di sanificazione degli ambienti di lavoro. Tra gli altri provvedimenti assunti dal CD il rinvio del Torneo delle Regioni di calcio a cinque (in programma in Veneto dal 3 al 10 aprile), l'annullamento della fase nazionale del campionato Juniores Regionale e la richiesta al Presidente Federale Gabriele Gravina di sospendere il decorso dei termini previsti dal Codice di Giustizia Sportiva della FIGC, così da evitare eventuali estinzioni dei procedimenti pendenti presso gli organi di Giustizia Sportiva. Quanto alla sospensione di tutte le attività il Presidente della LND, rivolgendosi a società e tesserati con un proprio messaggio ha evidenziato che “In termini numerici il movimento calcistico dilettantistico rappresenta il più importante momento di coinvolgimento di persone. Il che, inevitabilmente, significherebbe prevedere la partecipazione di medici, ambulanze, forze dell’ordine, che, ci pare di poter affermare, rappresentano risorse, umane e non solo, che in questo particolare momento è opportuno vengano destinate ad altri e più importanti compiti”. IN ALLEGATO: COMUNICATO UFFICIALE N. 273 L.N.D. "Ritengo doveroso rivolgermi a tutti coloro che, a vario tiolo – calciatrici e calciatori, allenatrici ed allenatori, dirigenti, medici, massaggiatori, collaboratori - fanno parte della grande famiglia del calcio dilettantistico italiano. Credo sia necessario, infatti, - a prescindere da quanto indicato nel Comunicato Ufficiale che riporta il provvedimento - chiarire le motivazioni che hanno portato il Consiglio Direttivo, riunito in sessione straordinaria, ad adottare il provvedimento di sospensione di tutta l’attività, sull’intero territorio nazionale. Ci troviamo, in questi giorni, a combattere contro un nemico, il coronavirus COVID -19, che non conosciamo, del quale persino gli scienziati non sono in grado, al momento, di dirci molto, e perciò abbiamo tutti paura. Un sentimento che, come ci spiegano gli Psicologi, è una reazione fisiologica utile perché ci permette di essere più attenti, di pensare, ma che, come ha mirabilmente scritto la Professoressa Anna Oliverio Ferraris in un saggio dedicato a questo specifico tema, ha come antidoto la razionalità. Dunque, abbiamo ritenuto che come Consiglio Direttivo della L.ND. non bastasse fermarsi alle prescrizioni contenute nel D.P.C.M. approvato ieri, 8 Marzo, ma che bisognasse adottare una decisione coerente con il momento che il Paese sta vivendo. E, quindi, non si trattava di esaminare la questione limitatamente all’attività da consentire eventualmente a “porte chiuse” ma se, in primo luogo, era “giusto” ipotizzare lo svolgimento dei campionati. La tutela della salute di tutto coloro che sono impegnati nelle nostre attività, infatti, doveva e deve restare l’obiettivo primario da raggiungere, ma anche il punto di partenza per considerare quale impatto poteva e può avere l’organizzazione delle tante gare che ogni settimana caratterizzano la nostra attività. Disputare le partite, infatti, significa prevedere comunque trasferte, spostamenti, infra ed extra Regioni e Province, con l’utilizzo di mezzi di trasporto che sicuramente non potrebbero sempre garantire il rispetto della distanza interpersonale consigliata di un metro. Garantire sui terreni di gioco la distanza di un metro tra avversari e tra compagni di squadra, inoltre, appare impossibile, così come immaginare di impedire di abbracciarsi e gioire per un gol segnato o un rigore parato o una vittoria conseguita. Insomma, ci è sembrato che, si ripete, a prescindere dalle “porte chiuse”, prevedere la disputa delle gare in queste condizioni finisse per svilire lo stesso spirito, se ci si passa il termine la “natura” di quello che resta lo sport che noi tutti amiamo. Ma vi è di più. In termini numerici il movimento calcistico dilettantistico rappresenta, senza tema di smentite, il più importante momento di coinvolgimento di persone ogni settimana. Il che, inevitabilmente, significherebbe prevedere la partecipazione di Medici, ambulanze, Forze dell’Ordine, che, ci pare di poter affermare, rappresentano “risorse”, umane e non solo, che in questo particolare momento è opportuno vengano destinate ad altri e più importanti compiti. Dunque, abbiamo ritenuto che la decisione adottata, di sospendere tutte le attività sino al 3 Aprile prossimo, fatta salva, ovviamente, la possibilità di ulteriori provvedimenti che si rendessero necessari in relazione all’evolversi della complessiva situazione nel nostro Paese, fosse una decisione quasi inevitabile, un “contributo” necessario che il mondo del calcio dilettantistico italiano doveva dare per superare il momento di difficoltà che sta attraversando la nostra nazione. È stato scritto, condivisibilmente, che è importante che tutti facciano la loro parte, perché il lavoro di medici e infermieri, eroi di questi giorni, potrebbe non bastare. Ma, soprattutto, che è il “tempo della cautela e della responsabilità” e che, una volta usciti da questa situazione, torneremo ad occuparci di quello che ci manca. Che per questa grande nostra comunità significa partite, reti fatte e subite, la gioia di confrontarsi in un sano agonismo. Il mondo della Lega Nazionale Dilettanti, inoltre, sia in sede centrale che in quelle periferiche, è fatto da dipendenti, collaboratori, componenti degli Organi di Giustizia Sportiva, persone tutte che hanno necessità di essere garantite circa la salubrità dei luoghi che frequentano e, comunque, avere certezze che quanto era possibile è stato fatto a tutela della loro salute. E’ per questo motivo, pertanto, che a partire da domani e almeno sino al 15 marzo prossimo, tutte le sedi della Lega resteranno chiuse al pubblico e saranno interessate dai necessari interventi di sanificazione. In questa situazione, certo non facile e che francamente mai avremmo immaginato, desidero pertanto rivolgermi a tutti coloro che amano il calcio dilettantistico per invitarli ad abbandonare le polemiche, a non pensare alle singole convenienze, a chi eventualmente da questa forzata sospensione dell’attività potrà trarne vantaggio o, al contrario, subirà un danno, ma utilizzare questo momento per impegnarsi con spirito comune, con senso di responsabilità, ad aiutare il nostro Paese, questa straordinaria nostra bella Italia, ad uscire dal momento di difficoltà che tutti insieme stiamo vivendo. Un pensiero commosso, infine, deve essere rivolto alle vittime che si sono verificate sino ad oggi, ai tanti ammalati, alle loro famiglie. Come diceva San Francesco, il Santo patrono della nostra nazione “Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile”. Noi crediamo di aver semplicemente fatto quello che ritenevamo il nostro dovere. Di cittadini, prim’ancora che di Dirigenti sportivi. Al piacere di stringerci le mani, non solo virtualmente, nel più breve tempo possibile". Cosimo Sibilia Presidente Lega Nazionale Dilettanti

08.03.2020

Sospensione totale attività fino al 3 aprile 2020

In allegato si pubblica il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri in vigore dal giorno 8 marzo e sino al 3 aprile 2020. Evidenziando che all'articolo 1, numero 1, lettera d) è disposta per la regione Lombardia la sospensione di tutti gli eventi e le competizioni sportive nonché delle sedute di allenamento con la sola eccezione degli atleti professionisti e degli atleti di categoria assoluta partecipanti a giochi olimpici, manifestazioni nazionali o internazionali, si comunica la SOSPENSIONE di tutta l'attività regionale e provinciale, dilettantistica e giovanile, fino al 3 APRILE 2020 con ciò intendendosi sospese gare ufficiali, gare amichevoli nonchè allenamenti di tutte le categorie. “Ci siamo adeguati da subito, come doveroso, a tutte le disposizioni di legge che si sono succedute dal 23 febbraio ad oggi – dichiara il presidente del C.R.L. Giuseppe Baretti – e così proseguiamo oggi. In questo momento, in cui gli interessi dei cittadini lombardi, e non solo, devono essere rivolti alla tutela della propria e altrui salute, mi permetto di raccomandare a tutti i dirigenti e tesserati di osservare scrupolosamente il divieto assoluto di disputare partite, anche amichevoli, e allenamenti. Domani (lunedì 9 marzo) prenderò parte, anche se a distanza, al consiglio direttivo nazionale della Lega Dilettanti per riferire la situazione della Lombardia. Successivamente e in base all'evolversi dell'attuale emergenza valuteremo ogni ulteriore decisione circa l'attività”. Nella giornata di lunedì 9 marzo gli uffici del C.R.L. e delle Delegazioni rimarranno chiusi. Si invitano le società a tenere monitorato il sito del C.R.L. per eventuali comunicazioni e ad iscriversi al canale dell'applicazione telegram @lndlombardia per ricevere direttamente tutte le notizie.

02.03.2020

Sospensione attività 7-8 marzo 2020

In allegato si pubblicano il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1 marzo 2020 e avviso pervenuto dall’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri in data 2 marzo 2020. Il Comitato Regionale Lombardia, considerate le ulteriori misure varate dal Governo fino all’8 marzo 2020 in materia di contenimento e gestione dell’emergenza da COVID-19 “Coronavirus” ed in particolare le misure che interessano il territorio della Regione Lombardia e le limitazioni che le Amministrazioni locali prevedono all’utilizzo dei centri sportivi nonché la necessità di mantenere l’uniformità e la regolarità di tutti i campionati, dispone la sospensione dell’intera attività regionale e provinciale, dilettantistica e giovanile, in programma in settimana e fino a domenica 8 marzo 2020 compresa. La programmazione delle gare di recupero verrà effettuata con comunicato successivo in base all’evolversi della situazione. Si invitano le società a tenere monitorato il sito internet del CRL lombardia.lnd.it e ad iscriversi al canale del Comitato dell’applicazione telegram @lndlombardia per ricevere tutti gli aggiornamenti. “Abbiamo optato per la sospensione considerando il prorogarsi delle misure contenitive per il nostro territorio, che comprende le cosiddette zona rossa e zona gialla, e soprattutto nel rispetto della tutela della salute e delle problematiche che la popolazione lombarda, al di là del calcio, sta affrontando in questa situazione di emergenza – ha detto il presidente del C.R.L. Giuseppe Baretti -. Quanto ai campionati, abbiamo comunque preferito evitare soluzioni diverse che avrebbero comportato disparità di trattamento e irregolarità nella disputa di ciascun girone. Ricordiamo, inoltre, che ancora non è dato sapere quando l’emergenza rientrerà, con particolare riguardo ai Comuni del Lodigiano inseriti nello specifico elenco”.

27.02.2020

Aggiornamento ordinanza Regione Lombardia utilizzo impianti sportivi

Si riporta estratto dei chiarimenti del 27 febbraio 2020 all'ordinanza della Regione Lombardia relativa ai mezzi per contrastare la diffusione del "coronavirus". Tale ulteriore provvedimento regionale consente in deroga lo svolgimento delle sedute di allenamento all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse con la sola eccezione dei 10 Comuni del Lodigiano cui è preclusa ogni attività. "COSA È PREVISTO PER LE ATTIVITÀ LUDICO-SPORTIVE? Al fine di evitare significative concentrazioni di persone in luoghi pubblici e privati, l’ordinanza dispone la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico, quali, a titolo esemplificativo, palestre, centri sportivi, piscine e centri natatori, centri benessere, centri termali, sale giochi, sale slot, escape room, sale bowling, ecc. Le attività all’aperto (comprese quelle svolte negli stadi e nelle strutture polifunzionali) possono essere svolte, evitando i luoghi (ad es. spogliatoi) che prevedono significative concentrazioni di persone. In deroga alle disposizioni dell’ordinanza, come previsto dall’art. 1 lettera a del DPCM 25/02/2020, resta consentito lo svolgimento di eventi e competizioni sportive di ogni ordine e disciplina in luoghi pubblici o privati, nonché delle sedute di allenamento, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, nei comuni diversi da quelli individuati nell’allegato 1 del DPCM del 23 febbraio 2020. Nei comprensori sciistici, sarà cura del gestore limitare l’accesso e l’affollamento degli impianti di trasporto delle persone (funicolari, funivie, cabinovie, ecc.). Si conferma inoltre che le attività di centri culturali, centri sociali, circoli ricreativi, ludoteche restano chiuse". DI SEGUITO IL LINK AL SITO DELLA REGIONE LOMBARDIA https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioRedazionale/servizi-e-informazioni/cittadini/salute-e-prevenzione/Prevenzione-e-benessere/faq-enti-locali/ordinanza-23-02-faq

14.01.2020

A Coverciano con il Museo del Calcio

Anche quest’anno il Museo del Calcio offre a tutte le società di calcio, la possibilità di vivere un’esperienza unica tra i cimeli che hanno fatto la storia della nostra Nazionale e diverse attività che rappresentano un’occasione unica per imparare divertendosi.  Tante le iniziative proposte a partire da “Giocare a Coverciano” che consente ai ragazzi di giocare sui campi del Centro Tecnico FIGC di Coverciano sotto l’attenta guida di tecnici federali. Sono inoltre disponibili tanti nuovi percorsi didattici che rappresentano un’occasione unica, per ragazzi ed accompagnatori, per scoprire ed approfondire diverse tematiche legate al mondo del calcio. Calcio e Letteratura – La letteratura italiana, ma non solo, è ricca di autori come Pasolini e Saba, che hanno scritto pagine stupende ispirandosi al calcio. Durante questa attività i ragazzi verranno avvicinati al mondo della letteratura grazie al gioco del pallone. Parlare e scrivere di sport – Un progetto formativo concepito per i ragazzi delle scuole medie e superiori: attraverso la comunicazione mediatica che circonda il mondo del calcio, vuole far comprendere quanto, in ogni ambito, siano indispensabili le competenze, superando superficialità e approssimazione. Novecento – La storia raccontata attraverso il calcio – Il progetto ha come obiettivo quello di far conoscere agli studenti eventi storici del ventesimo secolo attraverso il calcio. Partendo da oggetti e documenti custoditi presso il Museo, sarà possibile raccontare avvenimenti storici chiave del secolo passato. Com’è fatto il calcio – Un progetto didattico interattivo, incentrato - in parallelo - sulla storia del gioco del calcio e sull'evoluzione dei materiali utilizzati: dai palloni alle maglie, fino agli scarpini. Gli studenti verranno guidati nella storia dei cimeli presenti al museo attraverso l’osservazione e l’analisi dei materiali impiegati, toccandone con mano la loro evoluzione. A Tavola con i Campioni - Percorso curato dallo staff medico della FIGC e Claudio Silvestri, cuoco ufficiale della FIGC, che ha l’obiettivo di far conoscere i segreti dell’alimentazione nella vita di tutti i giorni ed in relazione all’attività sportiva. Calcio Education – Progetto didattico curato da due figure specializzate della FIGC, le psicologhe dello sport Sara Binazzi ed Isabella Ciacci, finalizzato a far comprendere come i valori del calcio e dello sport siano fondamentali in campo ma soprattutto nella vita quotidiana. Per maggiori informazioni visita il sito del Museo https://www.figc.it/it/museo-del-calcio/ - oppure tel.: 055600526 mail: info@museodelcalcio.it

27.12.2019

Fasi FINALI di COPPA ITALIA di CALCIO a 5 MASCHILE e FEMMINILE

Si è svolta a Roma la riunione con i Responsabili Regionali del Calcio a 5 Nel corso della riunione sono stati effettuati nell’ordine: -i sorteggi della fase Nazionale della Coppa Italia di Serie C1 maschile e C femminile -i sorteggi della fase Nazionale dei playoff per la promozione alla Serie B maschile e A2 femminile -i sorteggi della fase Nazionale dei playoff di Under 21 e Under 19 Di seguito l’esito dei sorteggi per le squadre della Lombardia FASE NAZIONALE VINCENTI COPPA ITALIA REGIONALE MASCHILE 1° Turno 11-18- 25 febbraio 2020 2° Turno 3- 10 marzo 2020 Final Four 2 – 3 maggio TRIANGOLARE B Lombardia; Emilia Romagna; Veneto 1a giornata Lombardia-Emilia Romagna   -Riposa: Veneto 2° TURNO Vincente A Vincente B   FASE NAZIONALE VINCENTI COPPA ITALIA REGIONALE FEMMINILE 1° Turno 12-19- 26 febbraio 2020 2° Turno 4 - 11 marzo 2020 Final Four 2 – 3 maggio 2020   ABBINAMENTO D Lombardia-Emilia Romagna 2° TURNO Vincente C vincente D   FASE NAZIONALE PLAYOFF PROMOZIONE IN SERIE B (7 posti) 16 -23-30 maggio 2020 ABBINAMENTO C Toscana-Lombardia   FASE NAZIONALE PLAYOFF PROMOZIONE IN SERIE A2 FEMMINILE   1° Turno abbinamento 17-24 maggio 2020 2° Turno triangolari 31-maggio 7 -14 giugno 2020 TRIANGOLARE C Lombardia; Veneto; Emilia Romagna 1° giornata Lombardia-Veneto   Riposa: Emilia Romagna 2° turno Vincente B vs Vincente C Vincente E vs Vincente A Vincente F vs Vincente D FASE NAZIONALE VINCENTI UNDER 21 REGIONALE ABBINAMENTI Campania-Puglia Emilia Romagna-Lombardia 2° turno Vincente B vs Vincente A FASE NAZIONALE VINCENTI UNDER 19 REGIONALE QUADRANGOLARE B Toscana; Lombardia; Piemonte; Marche 1a giornata Toscana-Lombardia Piemonte-Marche      

19.12.2019

Festività 2019/2020

Natale 2019 Messaggio augurale del Presidente della L.N.D. Con l’avvicinarsi delle Festività natalizie, vorrei fare i miei più sinceri auguri alla grande famiglia sportiva della Lega Nazionale Dilettanti. Ecco, quando mi trovo a dover spiegare cos’è la LND, come opera e le persone che ne fanno parte, quella è la prima parola che mi viene in mente: la famiglia. Perché la famiglia? La domanda è banale, molto meno la risposta. Se in questo caso non ci sono vincoli di parentela, è altrettanto vero che anche questa particolare comunità poggia le sue fondamenta sul senso di appartenenza, la responsabilità e la solidarietà. Me ne sono convinto sempre di più nel corso dei festeggiamenti in ogni regione d’Italia per il sessantesimo anniversario della nostra fondazione. L’aiuto reciproco, il lavoro al fianco delle istituzioni e la voglia di dare qualcosa al territorio. Ovunque siamo andati ho visto tutto questo: nei gesti dei dirigenti, nell’impegno sul campo degli allenatori e di migliaia di ragazzi e ragazze che amano questo sport. Siamo una famiglia perché ciò appartiene al nostro quotidiano e lo facciamo con tutte le difficoltà di ogni giorno sulla sola base del volontariato. Quello che sta per concludersi è stato un anno molto importante per la Lega Nazionale Dilettanti. Dal punto di vista sportivo sono tanti, infatti, i motivi per essere orgogliosi: dalla conferma della qualità tecnica dei nostri campionati, alla consacrazione definitiva di una disciplina come il beach soccer - con il secondo posto della Nazionale ai Mondiali in Paraguay dopo la vittoria agli Europei - per arrivare al lancio del primo torneo sperimentale di eSport. Senza dimenticare i grandi risultati ottenuti dalle nostre rappresentative giovanili e i numeri in continua crescita del calcio a 5 e di quello femminile. Concludo il mio affettuoso pensiero augurandovi un felice Natale in compagnia dei vostri cari e un nuovo anno all’insegna di nuovi traguardi da raggiungere insieme. Cosimo Sibilia   Messaggio augurale del Presidente del Comitato Regionale Lombardia A nome dell’intero Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Lombardia, rivolgo i più fervidi auguri in vista delle prossime Festività a tutte le componenti del mondo sportivo affinchè possano celebrare un sereno Natale e un ottimo 2020. Un augurio sentito, in particolare, ai collaboratori del Comitato Regionale e delle tredici Delegazioni periferiche, ai dirigenti delle 1.429 società lombarde, a giocatori, tecnici ed arbitri, tutti parte integrante e fondamentale dell'universo dilettantistico che quotidianamente contribuiscono, ognuno nel proprio ruolo, a far crescere e prosperare. Alla ripresa dell’attività, dopo la chiusura del girone di andata avvenuta regolarmente nonostante il meteo non abbia aiutato la gestione dei campionati, specie nel piovosissimo mese di novembre e con la prima nevicata di dicembre, sono come da tradizione previste anche le abituali quanto importanti riunioni di metà stagione suddivise per categoria d’appartenenza, ovvero l’11 gennaio per le società militanti nei campionati di Eccellenza e Promozione e il 18 gennaio per le società di Prima e Seconda categoria. Trattandosi di un momento di confronto essenziale tra le parti in gioco, auspico sin da ora la maggiora partecipazione possibile da parte dei club affiliati. Buon Natale, Buon Anno Nuovo e tanti Auguri di serenità, gioia, soddisfazioni personali e sportive.               Giuseppe Baretti   GLI UFFICI DEL COMITATO REGIONALE LOMBARDIA CHIUDERANNO VENERDI' 20 DICEMBRE 2019 ALLE ORE 13.00 PER RIAPRIRE AL PUBBLICO MERCOLEDI' 8 GENNAIO 2020.  

19.12.2019

Finale Coppa Italia 21 dicembre

Andrà in scena sabato 21 dicembre con inizio alle ore 14.30, presso il campo comunale di Via Lemen ad Almenno San Salvatore (BG), l'ultimo atto della Coppa Italia regionale riservata alle società militanti nel campionato lombardo di Eccellenza. USD Casatese (attuale seconda classificata nel girone B di campionato) e SSD Valcalepio Fc (8° nel girone C) sono pronte a sfidarsi nella finalissima regionale, dopo aver eliminato in semifinale rispettivamente l’Ardor Lazzate e l’Atletico Chiuduno, per la conquista del Trofeo e del titolo di campione di Coppa. “Si tratta di un alloro sempre ambito quanto prestigioso in campo regionale – commenta il presidente del Comitato Regionale Lombardia Giuseppe Baretti - e importante anche per le affascinanti tenzoni che attenderanno poi la vincitrice nella successiva fase nazionale della manifestazione tricolore. Rivolgo un caloroso in bocca al lupo ad entrambe le contendenti in finale e, soprattutto, l'augurio di un cammino ricco di soddisfazioni per la vincente, che avrà l'onore di rappresentare, al cospetto delle altre campionesse regionali, tutta la Lombardia calcistica”. La gara di finale verrà trasmessa integralmente in streaming, a partire dalle ore 14.30, grazie alla collaborazione della Lega Nazionale Dilettanti, attraverso l’app MyCujoo e anche sul sito istituzionale www.lnd.it   L’Albo d’Oro di Coppa Italia cat. Eccellenza   1991/92           Quinzano 1992/93           Soresinese 1993/94           Virtus Petosino 1994/95           Guanzatese 1995/96           Olginatese 1996/97           F.C. Castiglione 1997/98           U.S. Stezzanese calcio 1998/99           A.C. Salò 1999/00           U.S. Calcio Colognese 2000/01           U.S. Caratese 2001/02           U.S. Darfo Boario 2002/03           A.S. Nuova Albano Calcio 2003/04           A.C. Salò 2004/05           U.S. Calcio Colognese 2005/06           Nuova Verolese calcio 2006/07           U.S. Ponte S.Pietro 2007/08           U.P.Gavirate 2008/09           A. C. Cantù 2009/10           Seregno 1913 2010/11           U.S. Inveruno 2011/12           U.S. Caravaggio 2012/13           U.S. Inveruno 2013/14           U.S. Ciserano 2014/15           U.S. Bustese 2015/16           AC Ardor Lazzate 2016/17           ASD Calcio Romanese 2017/18           USD Mariano calcio 2018/19           SSD Varese calcio              

04.12.2019

Privacy - GDPR

La formazione obbligatoria ai fini dell'adeguamento al GDPR (Reg. UE 679/2016) dedicata alle società sportive (convenzione CRLombardia LND - ISLBG) fa tappa a Brescia.   LUNEDI 16 Dicembre 2019 Presso la SALA RIUNIONI del centro San Filippo in Via Bazoli 6, Brescia   Registrazione partecipanti: ore 20.00 Inizio lavori: ore 20.30 Chiusura lavori: ore 22.30   Quota di partecipazione: Formazione con rilascio di specifica attestazione ai fini dell'adeguamento + modulistica personalizzata: € 250,00; Formazione senza rilascio modulistica personalizzata (verranno inviati solo i testi da utilizzare ed i modelli in formato word): € 200,00.   Per eventuali informazioni sulla convenzione CRLombardia/ISLBG e modalità di iscrizione, prenotazione e consulenza gratuita clicca qui: COMUNICAZIONE DEL C.R.L. L.N.D. DEL 29-05-2019   Iscrizione: Per iscriversi all'evento sarà necessario compilare in ogni parte, il seguente modulo cliccando qui: ISCRIZIONE GDPR Brescia ALLEGANDO IL LOGO DELLA SOCIETA’ UNITAMENTE ALLA COPIA DEL PAGAMENTO A MEZZO BONIFICO BANCARIO ALLE COORDINATE INDICATE, CAUSALE <GDPR Brescia>   In caso di impossibilità ad utilizzare il modulo è possibile inviare ai recapiti sotto indicati una mail con indicati: denominazione della società, indirizzo sede legale, nome presidente, c.f e p.iva, sdi e / o pec. Allegare: copia del bonifico all’iban: IT71O0311111109000000000833 intestato a ISLBG di Francesco Stabile. Logo della società   Infoline: 351 5206755 DAL LUNEDI AL VENERDI 9:00-12:00 / 15:00-18:00) POSTA ELETTRONICA PER COMUNICAZIONI ED ASSISTENZA: infoline@islbg.it.   Sono in corso di organizzazione altri eventi presso le sedi provinciali delle Delegazioni del CRLombardia LND.  

22.11.2019

Un sogno per papà: partnership LND - M2 PICTURES

UN SOGNO PER PAPÀ: UNA DELICATA E SPASSOSA COMMEDIA PER TUTTA LA FAMIGLIA DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI CALCIO Lunedì 2 dicembre alle 16 all'UCI Cinemas Bicocca di Milano la proiezione gratuita: per partecipare scrivere a del.milano@lnd.it Grazie alla partnership tra la Lega Nazionale Dilettanti e M2 Pictures i tesserati della LND potranno assistere gratuitamente alle anteprime del film “Un sogno per papà”, in uscita nazionale dal 5 dicembre. Il film è una commedia per tutta la famiglia che racconta con delicatezza e umorismo quanto possa essere profondo il rapporto tra padre e figlio. Ciò che lega maggiormente i due protagonisti di questa storia è proprio l’amore per il pallone, che Theo (il figlio) pratica con talento nella squadra della sua città. E attraverso il calcio il dodicenne proverà ad aiutare il padre a riacquistare fiducia nella vita. Lunedì 2 dicembre alle 16.00 nelle sale di Bari (Cinemas Showille), Torino (UCI Lingotto), Milano (UCI Cinemas Bicocca) e Roma (UCI Cinemas Porta di Roma) centinaia di calciatrici e calciatori delle società delle città coinvolte assisteranno alle proiezioni dedicate esclusivamente ai protagonisti della Lega Nazionale Dilettanti. “Abbiamo concesso con piacere il patrocinio all’iniziativa della M2 Pictures perché i valori espressi da questa pellicola sono gli stessi in cui crede la nostra istituzione” – ha sottolineato il numero uno della LND Cosimo Sibilia. “Il calcio come coesione sociale, il club come parte nevralgica della vita delle città di provincia e dei quartieri dei grandi centri, lo sport che si fa comunità grazie al legame tra bambini e genitori: i nostri tesserati potranno riconoscersi in questi valori espressi dal film Un sogno per papà”. La società di distribuzione M2 Pictures ha riservato uno spazio importante per la LND anche il 3 Dicembre a Sorrento in occasione delle Giornate Professionali di Cinema. Alla proiezione speciale del film per la città, alle 21.30 al Teatro Tasso, sarà invitata una grande rappresentanza della società sorrentina che gioca in Serie D. Prima della proiezione avrà luogo un momento di confronto a cui parteciperanno i dirigenti del Sorrento e il Presidente del Comitato Regionale LND Campania Carmine Zigarelli. L’evento sarà aperto dalla proiezione del cortometraggio “Primi su ogni pallone”, l’opera diretta da Onofrio Brancaccio e realizzata per celebrare i 60 della Lega Nazionale Dilettanti. La Lega Nazionale Dilettanti è la componente più numerosa dell’organizzazione calcistica inquadrata all’interno della Federazione Italiana Giuoco Calcio, punto di riferimento per le società e le associazioni sportive dilettantistiche. La LND annovera oltre 12 mila società, più di 1 milione di tesserati di cui 680.000 under 18 e 66.000 squadre. Sotto l’egida della LND ogni anno si disputano più di 530.000 gare. Chi gioca con la LND lo fa con passione e amore per il calcio grazie alla condivisione di quei valori che uniscono Laurent e Theo, padre e figlio, i protagonisti del film distribuito in Italia da M2 Pictures. Un Sogno Per Papà, diretto da Julien Rappeneau (Rosalie Blum), vede come protagonisti François Damiens (La famiglia Bélier; Dio esiste e vive a Bruxelles) nel ruolo di Laurent e Maleaume Paquin (Remi) in quello del dolcissimo e simpaticissimo Theo. Al loro fianco André Dussollier (Il Favoloso Mondo di Amelie) che interpreta Claude, il simpatico allenatore di Theo. SINOSSI FILM Il piccolo Theo, soprannominato “Formica”, vorrebbe ridare un po’ di speranza a suo padre Laurent, un uomo solitario e deluso dalla vita. L’occasione si presenta quando è sul punto di essere reclutato da un’importante squadra di calcio inglese, ma alla fine viene scartato perché troppo piccolo. Non volendo dare a suo padre l’ennesima delusione, Theo si lancia in una farsa che diventerà ben presto più grande di lui.      

11.11.2019

Privacy - GDPR sabato 16 novembre a Milano

Spett.li Società, Il corso proposto in convenzione con il CR Lombardia di LND e ISLBG di Francesco Stabile fa tappa a Milano: sono ancora aperte le iscrizioni per mettere a norma i club con il GDPR. In allegato il form di iscrizione. -- Sabato 16 Novembre 2019 Sede C.R.L.-L.N.D.-F.I.G.C Via Pitteri 95/2, Milano   Registrazione: ore 9.45 Inizio lavori: ore 10.00 Chiusura lavori: ore 12.00   Per iscriversi è necessario aderire alla convenzione compilando debitamente e in ogni parte il form editabile (cliccando qui: MODULO DI ISCRIZIONE) allegando: - copia del pagamento effettuato a mezzo BONIFICO BANCARIO c/c intestato a: ISLBG di Francesco Stabile IBAN: IT71O0311111109000000000833 CAUSALE: GDPR Milano - logo della Società, per le sole società che hanno scelto il Pacchetto A, necessario per la personalizzazione della modulistica.   In caso di impossibilità ad accedere al modulo online è possibile iscriversi compilando copia del modulo in allegato e spedirlo via mail all'indirizzo di posta elettronica infoline@islbg.it. allegando copia della contabile di bonifico e (se avete scelto il pacchetto A) il logo della società  in formato digitale. Quote di adesione: Pacchetto A: € 250,00 Corso formazione della durata di 2 h in aula presso strutture FIGC + redazione Organigramma e registri + redazione modulistica e informative personalizzate + assistenza dedicata (telefonica o via e-mail) Pacchetto D: € 200,00 Corso di Formazione della durata di 2 h in aula presso strutture FIGC + rilascio dei modelli e dei registri da compilare e non personalizzati   Per informazioni sulla convenzione CRLombardia/ISLBG, modalità di iscrizione, prenotazione, consulenza gratuita, comunicazioni ed assistenza contattare: Cell. 351 5206755 DAL LUNEDI AL VENERDI nei seguenti orari 9:00-12:00 / 15:00-18:00 POSTA ELETTRONICA: infoline@islbg.it Si ricorda a tutte le società che sono in fase di realizzazione/programmazione nuovi eventi presso sedi o strutture di riferimento per le aree di interesse delle Delegazioni del CRLombardia LND. Ulteriori comunicazioni in merito verranno pubblicate non appena verranno programmate date e sedi di svolgimento.  

05.11.2019

LND e CRL insieme per dire no al razzismo

Gli episodi di razzismo non risparmiano nessuna categoria del calcio italiano. Dal vertice sino ai campionati dilettantistici, il fenomeno trova continuamente nuovi spregevoli interpreti, anche in occasione di gare delle competizioni giovanili. “Il movimento dei Dilettanti possiede gli anticorpi al razzismo – ha dichiarato il presidente della LND Cosimo Sibilia - lo dimostrano le azioni concrete messe in atto dalle nostre società e dai nostri dirigenti che hanno sempre condannato prontamente ogni forma di discriminazione, solidarizzando con le vittime ma soprattutto condannando i colpevoli, sia che fossero propri tesserati o semplici sostenitori. Ciò è possibile grazie all'impegno costante della LND nel contrasto al razzismo ed alla consapevolezza del ruolo sociale e culturale che i club dilettantistici sono chiamati a svolgere in ogni angolo d’Italia. Tutte le iniziative messe in campo, non ultima quella promossa dall’Aurora Desio, che mi auguro incontri la più ampia partecipazione, saranno sostenute con convinzione dalla Lega Nazionale Dilettanti”. "Il Comitato Regionale Lombardia è al fianco delle proprie affiliate nella battaglia di civiltà contro ogni forma di intolleranza e razzismo - ha aggiunto il presidente del CRL Giuseppe Baretti - e parteciperà in prima persona all'iniziativa condivisa fra le società Aurora Desio e Sovicese e a tutte le manifestazioni utili a far sì che il mondo del calcio dilettantistico e giovanile non venga screditato nel suo alto valore sociale a causa dell'ignoranza di qualcuno".

30.10.2019

Roadshow LND: festa in Lombardia

Una conferenza stampa alla presenza di Cosimo Sibilia e Giuseppe Baretti, rispettivamente numeri uno della Lega Nazionale Dilettanti e del CR della LND Lombardia, un’ondata di ragazzi e ragazze delle società calcistiche del territorio che hanno animato lo speciale “Fun Village”, la seconda tappa del campionato promozionale degli LND eSport con la partecipazione dei team lombardi, le premiazioni di “Primi su ogni pallone” ai protagonisti del calcio locale e una gara amichevole tra la Rappresentativa Nazionale Under 17 della LND di mister Calogero Sanfratello e la Selezione Allievi del CR Lombardia guidata da Matteo Medici. E’ stato questo il ricco cartellone dei festeggiamenti, in terra lombarda, per il 60° anniversario della LND nell’avveniristico Centro di Formazione Territoriale “Montichiarello” di Montichiari (Brescia). Alla moderazione della conferenza stampa il giornalista e delegato USSI Francesco Doria. “Un saluto ed un ringraziamento al sindaco di Montichiari per essere con noi in questo penultimo appuntamento del nostro Road Show dedicato al traguardo dei 60 anni di attività. Essere qui – ha dichiarato il presidente LND Cosimo Sibilia – significa fare squadra con il territorio ed i suoi volontari. 500.000 le gare organizzate ogni anno dalla LND grazie al grande lavoro dei Comitati Regionali come quello svolto dal presidente Baretti in Lombardia. Grazie ad Italo Giacomini per questo splendido impianto e complimenti ai protagonisti di questa regione per il meritato premio ricevuto. La politica dei giovani è e resta in cima agli impegni della nostra agenda e l’amichevole di oggi tra i nostri ragazzi ne rappresenta uno dei migliori spot”. Marco Togni, sindaco di Montichiari ha risposto al presidente Sibilia ringraziando a sua volta per esser stato coinvolto in questo splendido compleanno: “Per la nostra cittadina questa giornata rappresenta un motivo di grande orgoglio. Ringrazio la LND e Giacomini per tutto quello che ha sempre fatto a favore del calcio giovanile locale in una sinergia che, spesso, coincide con un termine abusato ma che nel nostro caso è invece la condizione principe del nostro operato”. Stessa lunghezza d’onda per Giuseppe Baretti, presidente del Comitato Regionale LND Lombardia: “Un caloroso benvenuto a tutti, in primis, al presidente Sibilia che ancora una volta ha dimostrato la sua vicinanza al territorio e benvenuto agli Esport, un’attività senza barriere che permette a tutti di far parte della nostra grande famiglia con spirito di aggregazione”. Italo Giacomini, presidente della Voluntas Montichiari ha concluso con queste parole: “Faccio il mio lavoro con grande passione e lo rivolgo ai bambini, alle loro famiglie, alla comunità. Abbiamo squadre di ragazze, di diversamente abili, settori giovanili, prime squadre. Formare, educare, includere. Questo il faro del mio lavoro e della società che rappresento”. Sul rettangolo verde pareggio per 1-1 tra le due Rappresentative. Pietro Junior Santapaola (Messina) porta in vantaggio la Rappresentativa LND al 27’ del primo tempo riscattando l’errore dal dischetto al 5’. Nella ripresa Umberto Pela (Masseroni Marchese) pareggia i conti in avvio per la Rappresentativa della Lombardia. Un match molto equilibrato che ha messo in mostra i progressi tecnici impartiti dai due mister in questa fase della stagione. Prima della sfida sono stati consegnati i riconoscimenti “Primi su ogni pallone” agli “eroi” del territorio, individuati dal CR Lombardia della LND. Per il calcio a undici maschile è stato scelto il presidente della Leonessa Giorgio Filippini. Primo dirigente della storica Società di Brescia, classe 1935 e una vita spesa sui campi di calcio nel ruolo di dirigente ed allenatore. Passione senza fine, miglior esempio di “manager” di lungo corso di un sodalizio votato alla promozione del calcio giovanile. Per lui ha ritirato il premio Giuseppe Dalola Vice Delegato della Delegazione LND di Brescia. Il calcio femminile è stato invece rappresentato da un nome d’eccezione come quello di Valentina Bergamaschi, attaccante della Nazionale italiana. Vincitrice del Torneo delle Regioni 2013 con la selezione lombarda in Sardegna, ha poi vestito diverse casacche di società della Regione prima del salto in A con il Milan e l’avventura in maglia azzurra. Nel calcio a cinque premiati il presidente Daniele Bruschi e il dg Cristiano Rondelli del Mantova C5. Cinque promozioni in cinque stagioni, dalla Serie D alla Serie A in cinque anni. Attualmente la compagine mantovana rappresenta l’unica formazione lombarda presente nella massima serie della disciplina. Per quanto riguarda la seconda giornata del campionato eSport il ticket per le finali nazionali è stato staccato dall’Atletico Carpenedolo grazie al successo per 5-2 sui padroni di casa della Voluntas Montichiari. Speranza Agrate, Varesina Sport, Ossona, Briantea 84 e Brera gli altri team che hanno preso parte alla tappa lombarda. Nella foto, da sinistra, il presidente del CR Lombardia della LND Giuseppe Baretti, il Vice Delegato della Delegazione di Brescia Giuseppe Dalola, il presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia, l'azzurra Valentina Bergamaschi,  il presidente Daniele Bruschi e il dg Cristiano Rondelli del Mantova C5, il Vice Presidente del CR Lombardia Paola Rasori ed il Vice Presidente Vicario del CR Lombardia Marco Grassini

28.10.2019

Privacy - GDPR

La formazione obbligatoria ai fini dell'adeguamento al GDPR (Reg. UE 679/2016) dedicata alle società sportive (convenzione CRLombardia LND - ISLBG) torna a Milano SABATO 16 Novembre 2019 presso la SALA RIUNIONI CRL in Via Pitteri 95/2 Milano   Registrazione partecipanti: ore 9,45 Inizio lavori: ore 10,000 Chiusura lavori: ore 12:00   Quota di partecipazione: Formazione con rilascio di specifica attestazione ai fini dell'adeguamento + modulistica personalizzata: € 250,00; Formazione senza rilascio modulistica personalizzata (verranno inviati solo i testi da utilizzare ed i modelli in formato word): € 200,00.   Per eventuali informazioni sulla convenzione CRLombardia/ISLBG e modalità di iscrizione, prenotazione e consulenza gratuita clicca qui: COMUNICAZIONE DEL C.R.L. L.N.D. DEL 29-05-2019   Iscrizione: Per iscriverti all'evento sarà necessario compilare in ogni parte, il seguente modulo cliccando qui: ISCRIZIONE GDPR Mlano ALLEGANDO IL VOSTRO LOGO UNITAMENTE ALLA COPIA DEL PAGAMENTO A MEZZO BONIFICO BANCARIO ALLE COORDINATE INDICATE, CAUSALE <GDPR Milano> In caso di impossibilità ad utilizzare il modulo potrete inviare ai recapiti sotto indicati una mail con indicati: denominazione della società, indirizzo sede legale, nome presidente, c.f e p.iva, sdi e / o pec. Allegare: copia del bonifico all’iban: IT71O0311111109000000000833 intestato a ISLBG di Francesco Stabile. Logo della società   Infoline: 351 5206755 DAL LUNEDI AL VENERDI 9:00-12:00 / 15:00-18:00) POSTA ELETTRONICA PER COMUNICAZIONI ED ASSISTENZA: infoline@islbg.it.   Sono in corso di organizzazione altri eventi presso le sedi provinciali delle Delegazioni del CRLombardia LND.  

13.09.2019

Accordo LND - Nike fornitura palloni

Il nuovo pallone ufficiale del campionato nazionale di Serie D, dei campionati nazionali di Futsal e di tutte le manifestazioni nazionali della LND sarà Nike. L’accordo per la distribuzione avverrà in esclusiva con GTZ Distribution e sarà valido fino alla stagione 2020/2021. “Sono orgoglioso di annunciare questa intesa. - ha commentato il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia - L’accordo con un’azienda così importante evidenzia che il nostro movimento si è ritagliato un ruolo di primo piano nel panorama calcistico italiano. Si tratta di una partnership in grado di aumentare l’appeal dei nostri campionati e di attrarre nuove risorse per sostenerli”.  “In quest’ultimo anno è stato fatto un lavoro importantissimo ed enorme con LND, Serie D e Divisione Calcio a 5 per fare in modo che si potesse offrire a tutte le squadre un pallone dotato di tutte le migliori tecnologie e accessibile a tutte le categorie. Posso anticipare che il risultato è stato raggiunto. - ha dichiarato l’amministratore delegato di GTZ Distribution Riccardo Trolese - Ringrazio tutti quelli che hanno contribuito al raggiungimento di questo grande risultato e non posso che aggiungere: adesso che abbiamo il pallone, che il gioco abbia inizio”.  Condizioni particolari per le società LND sono indicate nel volantino allegato. Per info e ordini utilizzare il seguente link: https://www.gtz-distribution.com/palloni-nike-ufficiali-2019-2020-lnd-e-divisione-calcio-a-5/  

22.08.2019

Pubblicati i calendari 2019/2020 - Il messaggio di inizio stagione del Presidente del CRL

MESSAGGIO DI INIZIO STAGIONE DEL PRESIDENTE DEL C.R.L. Si apre sui campi di tutta la Regione una nuova stagione sportiva per le 1.439 società, di cui 1.191 dilettantistiche e 248 di puro settore giovanile, del Comitato Regionale Lombardia. Primo fischio d’inizio domenica 25 agosto con le prime gare ufficiali di Coppa Italia e Coppa Lombardia per scaldare i motori in vista dell’8 settembre, data di partenza dei campionati regionali targati CRL. Con la pubblicazione dei calendari delle categorie dilettantistiche e giovanili viene svelato in data odierna, in linea con l'abituale tempistica, il percorso di ciascun club lombardo durante la stagione sportiva 2019/2020 che porterà con sé appuntamenti, fuori e dentro al rettangolo di gioco, volti ad appassionare e qualificare ulteriormente tutti coloro che fanno parte dell'universo calcistico regionale. E a proposito di fischi d’inizio, il primo momento di ritrovo e confronto è in programma già sabato 31 agosto con la riunione delle società di Eccellenza e Promozione con la classe arbitrale che da alcuni anni, tradizionalmente, avvia il percorso di giocatori, allenatori, dirigenti e arbitri nel nuovo campionato. L'incontro, previsto presso l'Hotel Antico Borgo La Muratella di Cologno al Serio alle ore 10, in concomitanza con il raduno arbitrale precampionato, riveste fondamentale valenza formativa in considerazione anche delle numerose novità regolamentari introdotte nella corrente stagione sportiva, che richiedono approfondimento e per cui si auspica massiccia partecipazione al fine di non ritrovarsi poi impreparati in campo, oltre che per una altrettanto importante forma di collaborazione e dialogo fra le diverse componenti utile a migliorare i rapporti tra le varie parti in gioco attraverso la reciproca comprensione dei ruoli e il fondamentale rispetto delle persone. Eguale attenzione si invita a prestare anche alle novità normative stagionali, in primis tutte quelle legate al nuovo Codice di Giustizia della F.I.G.C., del quale il Comitato ha dato puntuale informazione, onde evitare clamorose topiche che possano influire negativamente sui risultati stagionali. Parimenti, si rivolge un caloroso invito a tutte le società ad utilizzare le distinte di gare elaborandole online dalla propria area riservata del sito Lnd così da non incorrere, anche in tal caso, in errori nello schieramento dei tesserati tali da inficiare i risultati ottenuti sul campo. A tutti gli sportivi, componenti di Comitato e Delegazioni, al mondo arbitrale, a dirigenti, tecnici, giocatori e agli addetti ai lavori e appassionati in genere, auguro una stagione felice e all’insegna dei genuini valori che il calcio dilettantistico e giovanile sanno esprimere. Buon campionato a tutti. Giuseppe Baretti Presidente CRL-LND-FIGC   Di seguito il link al comunicato ufficiale n. 6 del CRL  e relativi calendari allegati. http://www.crlombardia.it/comunicati/comunicato-ufficiale-n-6-5/    

01.08.2019

Gironi 2019/2020

All’esito del Consiglio direttivo regionale tenutosi questa mattina presso la sede del CRL a Milano, sono stati pubblicati, con il comunicato ufficiale n. 5, i gironi dei campionati regionali per la stagione sportiva 2019/2020. “Si tratta del primo passo ufficiale, dopo le avvenute iscrizioni, per l’avvio della nuova stagione – commenta il presidente del Comitato lombardo Giuseppe Baretti – che prenderà il via sul campo, come di consueto, con le gare di Coppa Italia e Coppa Lombardia di cui pure sono stati diffusi raggruppamenti e calendari. Quanto alla composizione dei gironi, ci siamo attenuti al criterio geografico nel rispetto dei numeri dei vari organici e, ove possibile, andando incontro alle desiderata espresse dalle società. Una maggior varietà è stata scelta per le Coppe, al fine di dare modo in questa manifestazione di assistere anche a sfide diverse. Colgo l’occasione per augurare sin d’ora un’ottima stagione a tutti i protagonisti del nostro calcio, in attesa anche dei calendari di tutte le categorie regionali che verranno resi noti dopo la riapertura del Comitato al termine del periodo feriale”. Gli uffici del CRL rimarranno chiusi da lunedì 5 a lunedì 19 agosto, con riapertura al pubblico prevista per martedì 20 agosto 2019. Di seguito: comunicato ufficiale n. 5 del CRL http://www.crlombardia.it/comunicati/comunicato-ufficiale-n-5-4/   Per ricevere in tempo reale gironi, calendari e tutte le notizie relative all’attività del CRL scarica gratuitamente l’app telegram da qualsiasi smartphone e unisciti al canale @lnd.lombardia come da istruzioni allegate.  

30.07.2019

Novità stagione sportiva 2019/2020

INFORMATIVA SU ALCUNE DELLE MAGGIORI NOVITA’ INERENTI LA STAGIONE SPORTIVA 2019/2020 RICORSO E RECLAMO AGLI ORGANI DI GIUSTIZIA SPORTIVA Si ricorda che il 12 giugno scorso è entrato in vigore il nuovo Codice di Giustizia Sportiva FIGC (vedi allegato), le cui norme risultano già operative e delle quali pertanto dovrà tenersi conto sin dalla Stagione Sportiva 2019/2020. Il cambiamento di maggior rilevanza per quanto attiene l’aspetto pratico riguarda la modifica dei termini per i ricorsi alla Giustizia Sportiva di primo e secondo grado. MODALITA’ DI PRESENTAZIONE RICORSO AL GIUDICE SPORTIVO E ALLA CORTE SPORTIVA D’APPELLO TERRITORIALE. Per l’Art. 53 comma 1 CGS tutti gli atti del procedimento dovranno essere comunicati a mezzo di POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (quella ufficiale comunicata in sede di iscrizione ai Campionati). Fino al 30 giugno 2020 le affiliate LND potranno utilizzare anche le precedenti modalità (fax, posta celere o corriere , etc. etc), ma dal 1.07.2020 la PEC diverrà unico sistema di introduzione del giudizio. Il Comitato Regionale Lombardia sta pertanto valutando la creazione di una casella PEC per ciascuna società affiliata per la stagione 2020/2021. TERMINI RICORSO GIUDICE SPORTIVO TERRITORIALE. Art. 67 c. I CGS. Il ricorso deve essere sempre preannunciato con dichiarazione depositata (vale a dire che tale documentazione deve materialmente pervenire presso gli organi di GS con modalità sopra descritte) e trasmessa ad opera del ricorrente alla controparte (corredata dalla tassa di reclamo, a pena della improcedibilità) entro le ore 24.00 del primo giorno feriale successivo allo svolgimento della gara.  La disposizione prevede che la ricorrente trasmetta il preannuncio alla controparte, il che significa che va offerta anche la prova di invio all’eventuale controinteressato (ad es.: squadra avversaria in caso di ricorso che influisce sul risultato). Il preannuncio può non essere inviato nel solo caso previsto dal comma 5 dell’articolo 67 vale a dire con riferimento ai procedimenti di cui all'art. 65, comma 1, lett. d) cioè per le posizioni irregolari dei calciatori, e solamente nelle gare di play- off e play- out, il ricorso, unitamente al contributo, è presentato con le modalità di cui al comma 2 entro le ore 24:00 del giorno feriale successivo a quello in cui si è svolta la gara. Art. 67 c. IV CGS. Il ricorso che riguarda la regolarità del campo di gioco (art.65 c. 1 lett. c) deve essere preceduto da espressa riserva scritta presentata dalla società all’arbitro prima dell’inizio della gara, se l’irregolarità è sussistente prima dell’inizio della gara; con riserva verbale formulata dal capitano all’arbitro, se l’irregolarità è sopravvenuta durante la gara o in ragione di altre cause eccezionali. Art. 67 c. II CGS. Le motivazioni del ricorso devono poi essere depositate, (vale a dire che tale documentazione deve materialmente pervenire presso gli organi di GS), presso la segreteria del Giudice Sportivo entro tre giorni feriali dalla disputa della gara. Anche in questo caso la disposizione prevede che la ricorrente trasmetta il ricorso alla controparte, il che significa che va offerta anche la prova di invio all’eventuale controinteressato, ove previsto. Si ricorda che il mancato deposito delle motivazioni di ricorso comporta la mancata pronuncia da parte del Giudice Sportivo. Art. 67 c. VI CGS. A questo punto il Giudice Sportivo fisserà la data in cui assumerà la pronuncia. Il provvedimento di fissazione è comunicato agli interessati e controinteressati da parte della Segreteria degli Organi di GS. Art. 67 v. VII CGS. La data di fissazione della pronuncia è molto importante, in quanto i soggetti individuati dal giudice ai quali è stato comunicato il provvedimento di fissazione possono far pervenire memorie e documenti fino a due giorni prima della data fissata per la pronuncia. TERMINI RECLAMO CORTE SPORTIVA D’APPELLO TERRITORIALE. Art. 76 c. II CGS. Il reclamo in appello deve essere preannunciato con dichiarazione (corredata dalla tassa di reclamo) entro due giorni dalla pubblicazione della decisione del Giudice Sportivo che si intende impugnare. Va allegata anche la prova di invio del preannuncio anche all’eventuale controinteressato (ad es.: società avversaria in caso di ricorso che influisca sul risultato). Art. 76 c. III CGS Le motivazioni del reclamo devono poi essere depositate (vale a dire che tale documentazione deve materialmente pervenire presso l’organo di giustizia con le modalità descritte in apertura) presso la segreteria della Corte Sportiva d’Appello entro cinque giorni dalla data di pubblicazione della decisione impugnata. Il mancato deposito comporta la mancata pronuncia sul ricorso da parte della Corte Sportiva d’Appello. Art. 76 C. V CGS. Qualora con il preannuncio venga chiesta copia dei documenti sui cui si fonda la pronuncia, le motivazioni del reclamo in appello devono poi essere depositate (e valga sempre il discorso relativo al materiale deposito entro il termine) presso la segreteria della Corte Sportiva d’Appello entro cinque giorni dalla data di ricevimento dei documenti richiesti. Art. 77 c. I CGS. Entro 5 giorni dal ricevimento del reclamo la Corte d’appello fisserà l’udienza. Il provvedimento di fissazione è comunicato agli interessati e controinteressati da parte della Segreteria. Art. 77 c. II CGS. La data d’udienza è molto importante, in quanto l’eventuale controparte o controinteressato del ricorso possono far pervenire memorie e documenti fino a quattro giorni prima della data fissata per la pronuncia. GARA INTERROTTA NON RIPETUTA, SI RIPRENDE DAL MINUTO DI INTERRUZIONE Con la modifica dell'art. 30 del Regolamento LND dal 1 luglio 2019 la partita interrotta (ovviamente interrotta per situazioni che non avranno comportato da parte degli Organi di GS l’irrogazione delle sanzioni di cui all’art. 10 del CGS quale ad es. la perdita della gara a carico di una od entrambe le società) non sarà più ripetuta, ma riprenderà in altra data, come determinata dal CRL, dal minuto e dal risultato pendente al momento dell’interruzione. Si consiglia un’attenta lettura del comunicato ufficiale n. 220 della L.N.D. del 1 febbraio 2019 per la disciplina completa dei casi specifici. Si precisa inoltre che alla data attuale la modifica riguarda solamente le gare dei campionati dilettanti e non quelle del settore giovanile. ESCLUSIONE DAL CAMPIONATO ALLA SECONDA RINUNCIA A seguito della modifica dell'articolo 53 comma 5 delle N.O.I.F., dalla stagione sportiva 2019/2020 l’esclusione di una squadra dal campionato non sarà più stabilita alla quarta rinuncia a partecipare o portare a termine una manifestazione sportiva alla quale la squadra risulta iscritta, bensì alla seconda rinuncia. Si ricorda come il comma 6 stabilisca che, oltre a non aver preso parte ad una gara o a non portarla a termine, anche il mancato pagamento di somme coattivamente disposto dalle Leghe, dal Settore per l’attività giovanile e scolastica, dalle Divisioni, dai Comitati e dai Dipartimenti, equivale a rinuncia alla disputa della gara. Secondo il comma 5 bis del medesimo articolo, anche le società dilettantistiche che, a causa del mancato adempimento degli oneri di iscrizione al campionato ai sensi del regolamento della LND non disputino due gare, sono escluse dal campionato stesso. La mancata partecipazione alla gara per causa di forza maggiore (se provata) non costituisce rinuncia.

21.07.2019

Convenzione CRL - A2A fornitura energia e gas

Accordo per la fornitura di energia e gas alle società CONVENZIONE COMITATO REGIONALE LOMBARDIA – A2A ENERGIA Il Comitato Regionale Lombardia e A2A Energia hanno confermato anche per la stagione sportiva 2019/2020 una convenzione per la fornitura alle società sportive di Energia Elettrica e Gas che offre agli aderenti un vantaggio economico rispetto ai prezzi medi di mercato e una serie di servizi aggiuntivi. Dall’analisi delle spese sostenute da un campione di società potenzialmente aderenti all’accordo, sono state formulate tariffe vantaggiose relativamente alla componente energia al fine di sostenere nell'abbattimento dei costi tutte le società interessate.   Ulteriori vantaggi legati all’Accordo Quadro: i prezzi e i contenuti vengono rivisti e aggiornati ogni anno, per essere sempre concorrenziali sul mercato e offrire vantaggi agli aderenti; un numero di assistenza telefonica e un indirizzo di posta elettronica sono a disposizione degli aderenti in fasce orarie garantite, per rispondere a qualsiasi necessità; la possibilità di incontrare su appuntamento un consulente energetico A2A energia presso una delle sedi di A2A EnergiaIn più, alcuni servizi a richiesta: In più, alcuni servizi a richiesta: analisi dell’andamento dei consumi e dell’attuale bolletta di fatturazione; verifica dei prelievi di energia reattiva; accertamento della corretta applicazione delle eventuali agevolazioni fiscali. COME ADERIRE? Contattare direttamente A2A Energia all’indirizzo email convenzioni@a2aenergia.eu per ricevere le condizioni dell'accordo, il modulo di adesione e per eventuali ulteriori informazioni. A2A Energia si occuperà di tutto il resto! Aderire all’accordo è COMPLETAMENTE GRATUITO e NON COMPORTA INTERVENTI SUL CONTATORE o INTERRUZIONI DEL SERVIZIO.    

20.07.2019

Convenzione Banca MPS - Lega Nazionale Dilettanti

Banca MPS e Lega Nazionale Dilettanti: convenzione per lo sport Siglato un accordo per rispondere alle esigenze dello sport dilettantistico. Tra le agevolazioni anche Mps Valore Sport, una soluzione di finanziamento a disposizione delle Società sportive che devono far fronte agli impegni economici verso la Lega Nazionale DilettantiSiena 18 luglio 2019 – Per rispondere alle esigenze del mondo del calcio dilettantistico è stata siglata la convenzione fra Banca Mps e Lega Nazionale Dilettanti. La vicinanza al territorio e alle esigenze sociali delle comunità locali sono valori che accomunano queste due realtà. L’accordo prevede condizioni di favore dedicate, oltre che alla LND (ed alle relative strutture territoriali), alle società ed associazioni sportive affiliate, a dirigenti, tecnici, atleti tesserati, dipendenti e relativi familiari, con opportunità differenziate per tutti gli “attori” che fanno riferimento alla Lega. Un sostegno concreto alle società sportive affiliate alla Lega Dilettanti è rappresentato da Mps Valore Sport, il nuovo finanziamento su misura che va incontro all'esigenza di affrontare gli impegni economici relativi alla stagione sportiva, ed in particolare le spese d’iscrizione ai campionati. Si tratta di un finanziamento chirografario con durata 12 mesi, importo compreso fra i 2.000 ed i 10.000 euro a condizioni agevolate. Oltre a Mps Valore Sport, la convenzione mette a disposizione condizioni vantaggiose su un ampio ventaglio di prodotti e servizi, dai conti correnti ai mutui ipotecari, dagli strumenti di pagamento, ai servizi di digital banking. Maurizio Bai, responsabile Direzione Rete Banca Mps ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di aver sottoscritto la convenzione con la famiglia sportiva dilettantistica più grande d’Europa con cui come Banca ci sentiamo di condividere la presenza attenta e capillare nei territori e la vicinanza alle esigenze sociali delle comunità locali. Questo accordo testimonia la forte attenzione della Banca verso il mondo dei giovani, nella consapevolezza della straordinaria valenza sociale ed educativa dello sport. La vicinanza della Banca alla realtà giovanile è confermata da un lato dal percorso d’innovazione digitale dei propri servizi, dall’altro proprio dalla valorizzazione di ambiti – come lo sport – nei quali intendiamo creare valore sostenibile attraverso soluzioni semplici ed efficaci.”.  “C’è sempre più bisogno di individuare misure a sostegno dello sport dilettantistico e, nel caso specifico, del calcio di base. - ha commentato il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia - L’accordo con un’importante realtà come Banca Mps conferma la volontà della LND di continuare a individuare soluzioni concrete per consentire alle Società di essere agevolate nel raggiungimento dei loro obiettivi sportivi e sociali. Non dobbiamo infatti mai dimenticare la straordinaria opera che i club dilettantistici realizzano nei rispettivi territori di riferimento. Il nostro è un movimento che si basa sul volontariato e che, tra mille difficoltà, economiche e strutturali, assicura lo svolgimento dell’attività sportiva in ogni angolo d’Italia. È necessario quindi incoraggiare e agevolare la conduzione delle sue attività”.       powered by phpList

04.07.2019

Iscrizioni campionati 2019/2020 - Apertura 8 luglio 2019

ISCRIZIONI AI CAMPIONATI ORGANIZZATI DAL COMITATO REGIONALE LOMBARDIA – LND - STAGIONE SPORTIVA 2019/2020 Si riportano di seguito le date, gli importi relativi alle tasse iscrizione, quelli relativi all’acconto spese di funzionamento ed alcune utili informazioni sul periodo e sulle modalità di presentazione delle iscrizioni ai campionati della stagione sportiva 2019/2020. INOLTRE SI COMUNICA CHE GLI ESTRATTI CONTO EMESSI DALLA SEGRETERIA FEDERALE E QUELLI EMESSI DA QUESTO COMITATO REGIONALE SARANNO CONSULTABILI DALLE SOCIETÀ NELL’ “AREA SOCIETA” del sito WWW.LND.IT. Procedura dematerializzazione Come nelle stagioni precedenti la compilazione della modulistica deve essere necessariamente effettuata tramite accesso all’apposita area riservata del sito www.lnd.it  - area società - immettendo password e login. Tutta la documentazione relativa alle iscrizioni dovrà essere stampata e regolarmente controfirmata in tutti gli spazi previsti. Con l’introduzione del programma di dematerializzazione, la documentazione dovrà quindi essere scannerizzata, caricata nell’apposito spazio e firmata tramite firma digitale, a tal proposito si ricorda che è necessario procedere alla riattivazione della firma elettronica tramite la sotto riportata procedura: Riattivazione Firma Elettronica Per il ripristino della firma elettronica dei dirigenti già abilitati nella passata stagione si dovrà procedere come segue: Inserire nel nuovo organigramma il nominativo del dirigente con delega alla firma. Selezionare dalla sezione “Firma Elettronica – Gestione Profili” à “Riattivazione PIN” Inserire il C.F. del dirigente in oggetto e confermare con il tasto “Richiedi Riattivazione” Dopo tale operazione la firma elettronica risulterà abilitata. Procedere con una richiesta di ricarica del Wallet ISCRIZIONI pari all’importo risultante nel riepilogo costi ed eseguire il versamento a mezzo assegno circolare (da presentare alla Delegazione Provinciale di appartenenza o al Comitato Regionale Lombardia) intestato a F.I.G.C. – L.N.D. - Comitato Regionale   Una volta che il Wallet sarà capiente si dovrà procedere alla convalida del pagamento dell’importo risultante nel riepilogo costi (gestione pagamenti iscrizione – pagamento documenti iscrizione da portafoglio – selezionare il documento – paga selezionati – inserire l’importo totale e confermare pagamento). La Società troverà nella propria area l’elenco delle ricevute emesse e potrà provvedere alla relativa stampa. Per eventuali problematiche le Delegazioni Provinciali e il Comitato Regionale sono a disposizione per l’ausilio necessario. “Periodo e modalità di presentazione delle iscrizioni” Si riportano di seguito le date di apertura delle iscrizioni ai campionati: CAMPIONATI DATE ISCRIZIONI Eccellenza, Promozione, Coppa Italia     8 - 15 luglio 2019     1^ e 2^ categoria, Juniores Regionale Under 19, Under 17 Allievi, Under 16 Allievi e Under 15 Giovanissimi Regionali Coppa Lombardia (relativa alle categorie indicate)   8 - 19 luglio 2019 3° categoria, 3° categoria Under 21, Juniores Provinciale Under 19, 3° categoria Under 19 - 3° categoria Under 21 Riserve Coppa Lombardia (relativa alle categorie indicate) Torneo Amatori   8 - 26 luglio 2019 Under 16     e Under 17 Allievi – Under 14 e Under 15 Giovanissimi Provinciali calcio a 11   8 luglio sino al (vedi C.U. delle Delegazioni di competenza)         CALCIO FEMMINILE CAMPIONATI DATE ISCRIZIONI Calcio Femminile Eccellenza, Coppa Italia Femminile Eccellenza Under 17 Allieve e Under 15 Giovanissime Femminili Coppa Lombardia (relativa alle categorie indicate)     8 - 19 luglio 2019 Calcio Femminile Promozione , Juniores Femminile Under 19 Coppa Lombardia (relativa alle categorie indicate)   8 - 26 luglio 2019 CALCIO A CINQUE CAMPIONATI DATE ISCRIZIONI Calcio a Cinque serie C1 e C2 , Coppa Italia, Coppa Lombardia Calcio a 5 C2 8 - 19 luglio 2019     Calcio a 5 serie D Coppa Lombardia (relativa alle categorie indicate) 8 - 26 luglio 2019       Calcio a Cinque Under 19 8 luglio – 21 agosto 2019     Under 21 Calcio a Cinque CALCIO A 5 FEMMINILE Coppa Lombardia 8 luglio – 30 agosto 2019       Calcio a Cinque Allievi Under 17, Calcio a Cinque  Giovanissimi Under 15 Coppa Lombardia (relativa alle categorie indicate)   8 luglio – 6 settembre 2019 Modalità per eventuali cambi di presidente (Legale Rappresentante) all’atto dell’iscrizione della stagione 2019-20 Si comunica che nel caso in cui una società effettui un cambio di presidente tra la fine della stagione corrente (2018/19) e l’inizio della nuova stagione (2019/20), è obbligatorio inserire all’atto dell’iscrizione on-line il verbale di assemblea che attesti tale variazione. Il verbale deve essere timbrato e firmato dai presenti ed in particolare deve essere presente sia la firma del presidente dimissionario che del nuovo (nel caso in cui il presidente dimissionario non possa firmarlo, deve essere allegata una sua lettera di dimissioni debitamente firmata). Tale documento andrà inserito nell’apposita cartella “Copia Verbale Consiglio Direttivo-Assemblea Soci” selezionabile nella sezione “Riepilogo Costi” -> “Gestione Allegati” (visibile solo dopo aver compilato l’iscrizione della prima squadra) e firmato contestualmente all’inoltro dell’iscrizione. ************************************************* Si ricorda che ai sensi dell’art. 28 del Regolamento della Lega Nazionale Dilettanti, costituiscono condizioni inderogabili per l’iscrizione ai Campionati regionali e provinciali : La disponibilità di un impianto di gioco omologato, dotato dei requisiti previsti dall’art. 31, del Regolamento della Lega Nazionale Dilettanti. L’inesistenza di situazioni debitorie nei confronti di Enti federali, Società e tesserati; Il versamento delle seguenti somme dovute a titolo di diritti e oneri finanziari: Tassa Associativa L.N.D. Diritti di iscrizione ai Campionati di competenza Assicurazione tesserati Acconto spese per attività regionale e organizzazione   AI fini del corretto assolvimento degli adempimenti per le iscrizioni, è necessario confermare – a pena di decadenza – la domanda di ammissione al Campionato di competenza entro i termini fissati. Da tener presente, in proposito, che dovrà far fede la data di chiusura della procedura di dematerializzazione comprensiva di conferma di avvenuto pagamento   Alla data di scadenza, il Comitato procederà alla verifica delle documentazioni pervenute. Le Società che non avranno adempiuto correttamente alle prescrizioni relative all’iscrizione al Campionato di competenza, saranno informate dal Comitato circa le inadempienze riscontrate e avranno la possibilità di regolarizzare le proprie posizioni  entro il termine perentorio che sarà comunicato. Il Consiglio Direttivo del Comitato Regionale deciderà definitivamente sulle ammissioni delle Società ai Campionati della stagione sportiva 2019/20 nel corso di una riunione all’uopo convocata. Le Società di nuova affiliazione dovranno presentare tempestivamente a questo Comitato Regionale la domanda di affiliazione alla F.I.G.C. unitamente alla documentazione richiesta, al fine di poter ottenere la password necessaria agli adempimenti connessi alle domande di iscrizione ai vari Campionati. Alle domande di iscrizione dovranno essere obbligatoriamente allegati, pena la non ricevibilità delle domande stesse:   PAGAMENTO a mezzo: preferibilmente ASSEGNO CIRCOLARE intestato: LEGA NAZIONALE DILETTANTI – COMITATO REGIONALE LOMBARDIA. Pagamento a mezzo POS presso gli sportelli del C.R.L o delle Delegazioni Provinciali.   Gli importi devono essere comprensivi di quanto dovuto per l’iscrizione al campionato o ai campionati ai quali si intende partecipare; tali quote potranno essere diminuite dell’eventuale somma a credito, mentre dovranno essere obbligatoriamente aumentate dell’eventuale somma a debito risultante dall’estratto conto societario all’uopo inviato da questo comitato regionale e del premio per l’assicurazione obbligatoria per dirigenti e calciatori. Attenzione: le società di nuova affiliazione dovranno versare in conto spese assicurative (giocatori e dirigenti), la quota aggiuntiva di euro 1000,00 (mille ); quota ridotta ad euro 500,00 (cinquecento), se trattasi di società di “calcio a cinque”. Campo di giuoco, disponibilità Si ricorda che all’atto dell’iscrizione ai Campionati, le Società dovranno indicare la disponibilità di un campo da gioco ove disputare le gare ufficiali. Al fine di garantire il regolare svolgimento delle manifestazioni, è necessario che per l’impianto sportivo, oltre all’ omologazione da parte del Comitato Regionale, sia stato rilasciato dal rispettivo Comune di appartenenza ovvero dall’Ente proprietario dell’impianto, come da modello  che sarà a disposizione delle Società in forma telematica, l’attestato di completa idoneità – sia dal punto di vista normativo sulla sicurezza che sull’agibilità – del campo di giuoco e degli annessi servizi e strutture a corredo Il modulo relativo al “campo di giuoco” deve essere compilato e firmato per ogni singola squadra partecipante ai vari campionati e deve comunque indicare il numero di codice attribuito al campo stesso. Si ricorda alle Società quanto prevede l’art. 19 delle N.O.I.F. Art. 19 Impianto sportivo Le società debbono svolgere la loro attività sportiva nell’impianto sportivo dichiarato disponibile all’atto della iscrizione al Campionato. L’impianto sportivo, dotato dei requisiti richiesti, deve essere ubicato nel Comune in cui le società hanno la propria sede sociale.   In ambito professionistico, l’utilizzo di un impianto sportivo ubicato in un Comune diverso, è regolato dalle norme sulle Licenze Nazionali, emanate annualmente dal Consiglio Federale.   In ambito professionistico, le Leghe, su richiesta delle società o d’ufficio, in situazioni eccezionali e di assoluta urgenza correlate alla singola gara, possono disporre secondo la rispettiva competenza e per fondati motivi, che le medesime società svolgano la loro attività in impianti diversi.   In ambito dilettantistico e di settore giovanile, su richiesta delle società, la L.N.D., i Comitati e le Divisioni, secondo la rispettiva competenza, possono autorizzare le medesime società, in via eccezionale e per fondati motivi, anche per situazioni di urgenza correlate alla singola gara, a svolgere la loro attività in impianti diversi ed ubicati, per le società partecipanti al Campionato Nazionale di Serie D, necessariamente nella Provincia in cui ha sede la società, ovvero in Comune confinante di Provincie e/o Regioni diverse. La Divisione Calcio a Cinque può autorizzare, in caso di mancanza di struttura idonea, le società che hanno l’obbligatorietà di giocare su campi coperti a svolgere la propria attività in impianti sportivi di province limitrofe, dotati di campi coperti. In caso di mancato accoglimento dell’istanza di cui ai commi 3 e 4, le società possono chiedere il riesame della stessa: al Consiglio Federale se sono società del settore professionistico; al Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti se sono società del settore dilettantistico o di primo settore giovanile.   Salvo deroga, per quanto di competenza della Federazione, delle Leghe, dei Comitati e delle Divisioni, non può essere considerato nella disponibilità di una società un impianto sportivo che sia già a disposizione di altra. Si invitano pertanto le Società che, qualora in sede d’iscrizione della prima squadra dovessero indicare un campo di giuoco sito in un comune dove non hanno la propria sede sociale, ad inoltrare al Comitato Regionale Lombardia domanda di deroga per la stagione sportiva 2019/2020. La medesima domanda deve essere allegata al modulo d’iscrizione al campionato in questione. Desiderata Società: eventuali desiderata delle Società saranno riportate sull’apposito modulo, da inviare al Comitato unitamente alla domanda di iscrizione. Il C.R.L., nella compilazione del calendario delle gare, cercherà di soddisfare, nei limiti del possibile, le richieste pervenute. In caso di mancata compilazione delle “Desiderata”, il Comitato riterrà che la Società non ha alcuna richiesta e/o particolare segnalazione da fare. Quote d'iscrizione ai vari campionati e tornei regionali, provinciali e locali Stagione 2019/2020 Le quote sotto riportate dovranno essere versate in unica soluzione e con le modalità di cui al precedente punto 1. CAMPIONATI E TORNEI DIRITTI DI TASSA ACCONTO TOTALE   ISCRIZIONE ASSOCIATIVA SPESE DOVUTO Campionato eccellenza € 2.400,00 € 300,00 € 2.850,00 € 5.550,00 Campionato promozione € 1.700,00 € 300,00 € 2.450,00 € 4.450,00 Campionato 1° categoria € 1.200,00 € 300,00 € 1.350,00 € 2.850,00 Campionato 2° categoria € 800,00 € 300,00 € 1.050,00 € 2.150,00 Campionato Reg. Juniores Under 19 € 750,00 € 300,00 € 1.050,00 Campionato 3° categoria € 550,00 € 300,00 € 800,00 € 1.650,00 Campionato 3° categoria-under 21 € 550,00 € 300,00 € 800,00 € 1.650,00 Campionato 3° categoria-under 19 € 550,00 € 300,00 € 800,00 € 1.650,00 Campionato 3° categoria-under 21 riserv. € 550,00 € 200,00       € 750,00 Campionato provinciale Juniores Under 19 € 550,00 € 200,00 € 750,00 Campionato calcio femminile Eccellenza   (serie C) € 600,00 € 300,00 € 650,00 € 1.550,00 Campionato calcio femminile Promozione (serie D) € 350,00 € 300,00 € 200,00 € 850,00 Campionato femminile juniores € 250,00 € 100,00 € 350,00 Campionato calcio a 5 - serie C1 € 650,00 € 300,00 € 900,00 € 1.850,00 Campionato calcio a 5 - serie C2 € 500,00 € 300,00 € 750,00 € 1.550,00 Campionato calcio a 5 - serie D € 400,00 € 300,00 € 750,00 € 1.450,00 Campionato Regionale calcio a 5 femminile € 450,00 € 300,00 € 100,00 € 850,00 Campionato Under “Under 21” Calcio a Cinque maschile € 300,00 € 300,00 € 250,00 € 550,00 Campionato Under “Under 21” Calcio a Cinque femminile € 250,00 € 100,00 € 350,00 Campionato “Under 19” Calcio a Cinque maschile e femminile € 250,00 € 100,00 € 350,00 Torneo amatori € 350,00 € 300,00 € 700,00 € 1.350,00 Torneo Coppa Lombardia € 200,00 € 200,00 Torneo Coppa Lombardia Juniores € 100,00 € 100,00 Torneo Coppa Lombardia femminile Eccellenza (serie D) € 100,00 € 100,00 Torneo Coppa Lombardia Calcio a 5 serieC2 € 100,00 € 100,00 Torneo Coppa Lombardia Calcio a 5 serie D 0 0 Alle Società della L.N.D. che si affilieranno alla F.I.G.C. nella stagione 2019/2020 e parteciperanno con una propria squadra ai Campionati di Terza Categoria sarà riconosciuta la gratuità dei diritti di iscrizione a detti Campionati. Tale gratuità è, altresì riconosciuta alle Società che nella Stagione Sportiva 2019/2020 verranno autorizzate a effettuare il cambio di status da S.G.S. “Pure” a L.N.D., qualora nella medesima Stagione Sportiva 2019/2020 si iscrivano con una propria squadra a Campionati di Terza Categoria, alle Società già affiliate alla F.I.G.C. e partecipanti nella Stagione Sportiva 2018 – 2019 ad attività Juniores “pura”, qualora nella Stagione Sportiva 2019/2020 si iscrivano con una propria squadra al Campionato di Terza Categoria-Under 19. CALCIO FEMMINILE Le Società della L.N.D. partecipanti ai Campionati Nazionali, Regionali o Provinciali di Calcio a 11 maschile possono, facoltativamente, partecipare con una propria squadra ai Campionati Regionali o Provinciali di Calcio a 11 Femminile organizzati dai Comitati Regionali, con l’osservanza delle disposizioni all’uopo previste.  Alle Società che si avvarranno di tale facoltà, per la prima volta, nella Stagione Sportiva 2019/2020, verrà riconosciuta la gratuità dei diritti di iscrizione al Campionato Regionale o Provinciale di Calcio a 11 Femminile, quale concorso alla diffusione e promozione dell’attività femminile sul territorio. Detta gratuità si applica anche alle Società di Calcio a 11 maschile che, affiliate alla F.I.G.C. nella Stagione Sportiva 2019/2020, intendano partecipare con una propria squadra a Campionati di Campionati di Calcio a 11 Femminile. Si applica inoltre, alle Società che, affiliate alla F.I.G.C. nella Stagione Sportiva 2019/2020, intendano partecipare esclusivamente a Campionati di Calcio a 11 Femminile. Tale gratuità è, altresì, riconosciuta alle Società che nella Stagione Sportiva 2019/2020 verranno autorizzate a effettuare il cambio di status da S.G.S. a L.N.D. qualora nella medesima Stagione Sportiva 2019/2020 si iscrivano con una propria squadra a Campionati Regionali o Provinciali di Calcio a 11 Femminile. CALCIO a CINQUE Le Società della L.N.D. partecipanti ai Campionati Nazionali, Regionali e Provinciali di Calcio a undici maschile e femminile possono, facoltativamente, partecipare con una propria squadra ai Campionati di Calcio a Cinque maschile, organizzati dai Comitati Regionali, con l’osservanza delle disposizioni all’uopo previste. Alle Società che si avvarranno di tale facoltà, per la prima volta nella Stagione Sportiva 2019/2020, verrà riconosciuta la gratuità dei diritti di iscrizione al Campionato Provinciale di Calcio a Cinque Maschile di Serie D. Detta gratuità si applica anche alle Società “pure” di Calcio a Cinque maschile e femminile affiliate nella Stagione Sportiva 2019/2020, nonché alle Società di Calcio a 11 maschile e femminile che, affiliate alla F.I.G.C. nella medesima Stagione Sportiva, intendano partecipare con una propria squadra anche al Campionato Provinciale di Calcio a Cinque Maschile Serie D. Tale gratuità è, altresì, riconosciuta alle Società che nella Stagione Sportiva 2019/2020 verranno autorizzate a effettuare il cambio di status da S.G.S. “pure” a L.N.D., qualora nella medesima Stagione Sportiva 2019/2020 si iscrivano con una propria squadra al Campionato Provinciale di Calcio a Cinque Maschile di Serie D. Le Società della L.N.D. partecipanti ai Campionati Nazionali, Regionali e Provinciali di Calcio a undici maschile e di Calcio a Cinque maschile possono, facoltativamente, partecipare con una propria squadra ai Campionati di Calcio a Cinque Femminile, organizzati dai Comitati Regionali, con l’osservanza delle disposizioni all’uopo previste. Alle Società che si avvarranno ditale facoltà, per la prima volta, nella Stagione Sportiva 2019/2020, verrà riconosciuta la gratuità dei diritti di iscrizione al Campionato Regionale o Provinciale di Calcio a Cinque Femminile, quale concorso alla diffusione e promozione dell’attività femminile su territorio. Detta gratuità si applica anche alle Società “pure” di Calcio a Cinque Femminile affiliate nella Stagione Sportiva 2019/2020 nonché alle Società di Calcio a 11 maschile e di Calcio a Cinque maschile che, affiliate alla F.I.G.C. nella medesima Stagione Sportiva, intendano partecipare con una propria squadra anche al Campionato di Calcio a Cinque Maschile Serie D o al Campionato di Calcio a Cinque Femminile. Tale gratuità è, altresì, riconosciuta alle Società che nella Stagione Sportiva 2019/2020 verranno autorizzate a effettuare il cambio di status da S.G.S. “pure” a L.N.D., qualora nella medesima Stagione Sportiva 2019/2020 si iscrivano con una propria squadra a Campionati Regionali o Provinciali di Calcio Femminile SI RICORDA CHE EVENTUALI AMMENDE O TASSE RECLAMO DOVRANNO ESSERE DI VOLTA IN VOLTA SALDATE. NON POTRA’ ESSERE UTILIZZATO A TALE SCOPO L’ACCONTO SPESE VERSATO CHE DOVRA’ MANTENERSI INTEGRO PER TUTTO IL CORSO DELLA STAGIONE SPORTIVA. ATTIVITA’ GIOVANILE E SCOLASTICA Gli oneri finanziari per la stagione sportiva 2019/2020 del Settore Giovanile Scolastico saranno pubblicati non appena emesso relativo Comunicato della F.I.G.C .